Strage del bus sull'A16:
tensione al processo
Lametta scortato dalla polizia

Momenti di tensione al termine dell'udienza svoltasi al tribunale di Avellino del processo ai responsabili della  strage del bus. I familiari delle vittime che presidiano l'aula dove si svolgono le udienze dall'avvio del dibattimento, hanno aggredto verbalmente  Gennaro Lametta, il titolare dell'agenza  proprietaria del bus utilizzato per la gita in cui perirono 40 persone. Personale della Digos di Avellino ha scortato l'uomo tenendo a distanza i contestatori.
Secondo l'accusa il mezzo aveva delle avarie tecniche quando è precipitato. Ma anche i guardrail del viadotto su cui il bus era in transito erano semplicemente appoggiati alla sede stradale, mentre le viti di ancoraggio erano state consumate dalla ruggine. 
Mercoledì 10 Maggio 2017, 17:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP