«Vertenza Atitech, siamo preoccupati
per il ricorso alla cassa integrazione»

  • 21
«Desta preoccupazione l'evolversi della vertenza Atitech. Il ricorso alla cassa integrazione straordinaria proposto dall'azienda senza che i lavoratori percepiscano alcuna forma di sussidio per i prossimi tre mesi, l'assenza di un piano industriale credibile che l'azienda ha mancato di presentare negli ultimi anni, il mancato rispetto dell'accordo con Finmeccanica che vorrebbe reintegrati nell'azienda originaria i lavoratori che da lì provengono, l'odierno diniego dell'ingresso nello stabilimento dei lavoratori della mensa, sono segnali inquetanti  che lanciano un campanello di allarme su come le crisi aziendali vengono affrontate sui nostri territori». Lo dichiarano in una nota il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l'assessore al lavoro Enrico Panini. Aggiungono: «Il Comune, inascoltato, ha più volte chiesto di poter partecipare al tavolo negoziale per una crisi aziendale che insiste sulla nostra città. Oggi chiediamo con fermezza a Leonardo-Finmeccanica di dare un segnale di attenzione verso Napoli e il Sud salvaguardando il lavoro di chi ha patito in questi anni la svendita a buon e cattivo mercato di una azienda di stato, alla Regione chiediamo di prediligere il rapporto con i lavoratori e con il lavoro rispetto a quello con presunti imprenditori affiliati politicamente».
Lunedì 19 Giugno 2017, 13:05 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2017 19:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP