Anm, i sindacati scioperano: lunedì chiuse tutte le funicolari

ARTICOLI CORRELATI
di Pierluigi Frattasi

No alla chiusura dello storico deposito dei bus del Garittone. I lavoratori Anm si ribellano alla decisione dell'azienda. Ieri mattina, gli autisti si sono messi di traverso, segnalando una raffica di guasti e di mancato rispetto delle norme sulla sicurezza a bordo dei bus. Su 40 pullman programmati in servizio, 30 non sono usciti, i restanti sono tutti rientrati dopo pochi minuti per le riparazioni. E tutta l'area nord della città è rimasta a piedi: dalla zona ospedaliera fino ai Comuni dell'hinterland, come Marano e Giugliano.

I dipendenti attaccano: «La dismissione è una scelta unilaterale, arrivata senza alcuna concertazione, né con i sindacati, né con i cittadini dell'area nord, che vedranno peggiorare il servizio di trasporto». L'Usb minaccia guerra. Ma le grane per i viaggiatori non finiscono qui. Lunedì, le quattro funicolari di Chiaia, Centrale, Montesanto e Mergellina si fermeranno per 24 ore per lo sciopero proclamato da Faisa Cisal e Ugl contro l'abbassamento dei parametri di inquadramento di alcuni funzionari. È il secondo stop in meno di un mese. Le funicolari si erano fermate il 27 aprile scorso per 4 ore, quando i 4 dipendenti responsabili della sicurezza degli impianti avevano incrociato le braccia.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 17 Maggio 2018, 08:21 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 10:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP