Cento scuole a rischio: test antisismici per 25 milioni di euro

di Paolo Barbuto

Sono 123 gli edifici scolastici napoletani che hanno bisogno di verifiche per la vulnerabilità sismica e che, probabilmente, avranno bisogno di lavori di adeguamento. Ma in questo elenco sono incluse solo le strutture che fanno capo al Comune, cioè scuole dell'infanzia, elementari e medie. Tutti gli altri edifici scolastici non rientrano nella gestione di Palazzo San Giacomo e seguono percorsi differenti. L'elenco viene fuori dalla documentazione predisposta per partecipare a un bando del Ministero dell'Istruzione che concede fondi per le verifiche di vulnerabilità sismica e l'eventuale progettazione di interventi.

Ogni municipalità ha fornito il proprio elenco; ogni elenco comprende la maggior parte delle scuole del territorio, in pratica non c'è scuola di Napoli per la quale non si ritiene necessario un intervento per l'adeguamento alle norme antisismiche. In totale la richiesta di fondi necessari al solo Comune di Napoli è di 24 milioni e mezzo di euro che, però, potrebbero diventare più di 26 se al bando venissero unite anche le richieste della nona municipalità che nel primo documento ufficiale non erano state ricomprese.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 13 Giugno 2018, 12:42 - Ultimo aggiornamento: 13-06-2018 12:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP