«Posillipo ostaggio del degrado», la Municipalità attacca de Magistris

di Valerio Esca

  • 127
Via Petrarca, via Orazio, via Manzoni, tra le strade-mito dei turisti di tutto il mondo, portano oggi le ferite di anni di abbandono, degrado e angoscioso vuoto. La cartolina di Napoli è oggi ridotta a mantelli di spazzatura, fetide chiazze di pipì e deiezioni canine sparse ovunque. Tra asfalto vecchio, buche stradali, le erbacce secche ed ingiallite restituiscono un'immagine desolante di una delle zone più «vip» della città. Posillipo è stata sempre la residenza di imprenditori e calciatori, finanche il presidente della Repubblica, quando arriva in città, si fa cullare dalle bellezze di Villa Rosebery (residenza estiva del Capo dello Stato). Sede di parchi storici e circoli «in» tra i più frequentati della città. La zona che per eccellenza rappresenta la Napoli blasonata, ora divorata dal degrado e dall'incuria.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 17 Agosto 2018, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP