Lungomare, restyling da 12 milioni: lastroni color tufo, marciapiedi e pista ciclabile migliorati

di Paolo Barbuto

  • 1278
Il marciapiede dal lato degli edifici che si espande, la pista ciclabile che trova più spazio, l'asfalto che scompare per dare spazio a basoli di colore uguale sulla sede stradale e sui marciapiedi di entrambi i lati della strada, poi nuova illuminazione e arredo urbano adeguato: il restyling del lungomare liberato, nel tratto che va da piazza Vittoria al Molosiglio stavolta sembra davvero pronto a decollare.

Lo annuncia l'Amministrazione in un comunicato nel quale si spiega che i soldi finalmente sono stati reperiti: «Fanno parte del finanziamento Poc Metro 2020 e possiamo averli a disposizione con immediatezza, basta accelerare sul percorso burocratico di convenzione con il Governo, a Roma», spiega l'assessore Piscopo che a questo progetto tiene particolarmente perché l'ha coltivato fin dal primo giorno e almeno da un anno aspetta il momento opportuno per trasformarlo in realtà.

L'anno passato, di questi tempi, il Comune presentò il rendering e raccontò, nel dettaglio, la lunga fase progettuale che aveva condotto al disegno definitivo dei nuovi spazi. Del resto quella del lungomare liberato è stata la prima importante battaglia condotta dall'amministrazione De Magistris nei giorni immediatamente seguenti alla prima elezione. Un progetto che tutt'ora continua a suscitare polemiche ma che rimane il simbolo della svolta «arancione» che De Magistris promise di imprimere alla città.

Continua a leggere sul Mattino Digital
 
Domenica 22 Ottobre 2017, 10:47 - Ultimo aggiornamento: 22-10-2017 10:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP