L'ultimo saluto a Rino Zurzolo: in chiesa anche i suoi soul brothers

di Rossella Grasso

0
  • 77
Sulle note di una delle sue canzoni, «Falero», amici e parenti hanno dato l’estremo saluto a Rino Zurzolo nella chiesa degli artisti in piazza Trieste e Trento. I suoi amici e colleghi di sempre hanno voluto portare a spalla il suo feretro: Enzo Avitabile, James Senese, Tullio De Piscopo, Tony Esposito, Enzo Gragnaniello e Joe Amoruso lo hanno accompagnato attraverso il suo ultimo viaggio.
 

Per Rino Zurzolo, storico contrabbassista di Pino Daniele, la famiglia ha predisposto una cerimonia semplice. In tanti hanno riempito i banchi della chiesa gremita fino alle scale d’accesso di amici, parenti e artisti di ogni genere. Nelle prime file, accanto alla moglie Valentina Crimaldi, ai figli Livia, 20 anni e Leandro, 13 anni, il fratello Marco e la sorella Francesca. Nel primo banco i suoi “soul brothers”, protagonisti insieme a Rino Zurzolo e a Pino Daniele di una stagione musicale indimenticabile.

In chiesa, accanto al feretro, il suo contrabbasso. Le note di una sua composizione hanno accompagnato alcuni momenti più toccanti della celebrazione a cui ha preso parte anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.
 
 

«Rino ha investito nelle persone – ha detto Marco Zurzolo – non facciamo i cantanti, siamo sempre un passo indietro però siamo quelli che portano avanti il carro. Napoli è piena di musicisti pazzeschi, oggi sono tutti qui per salutare Rino». «È stato un dono. Suonare con lui è essere liberi di fare quello che vuoi – ha detto il musicista Enzo Gragnianiello – Rino era un artista più che un musicista bravo per cui era imprevedibile». 
Lunedì 1 Maggio 2017, 13:11 - Ultimo aggiornamento: 01-05-2017 21:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP