Capodanno a Torre del Greco, la crociata anti-alcol del parroco: no ai brindisi per i minori

di Francesca Raspavolo

TORRE DEL GRECO - «No agli alcolici somministrati ai minori». Dopo una vigilia di Natale molto alcolica nel centro storico di Torre del Greco, in vista di Capodanno parte su Facebook la crociata anti-brindisi: a lanciare l'iniziativa via social network è don Antonio Smarrazzo, parroco della parrocchia Madonna delle Grazie, preoccupato per il consumo di alcol da parte dei minori. 

«Stamattina ha fatto visita ai vari bar della zona della Villa comunale e di via Roma e anche a una nota enoteca di Torre del Greco al seguito delle situazioni incresciose verificatesi il 24 dicembre - racconta don Antonio in un post su Fb - Ho chiesto loro di procedere con responsabilità e con il buon senso alla vendita di bevande alcoliche e di moderare assolutamente il volume della musica». Di più: don Antonio ha anche coinvolto associazioni di categoria e istituzioni: «Ho avvisato le autorità competenti e il presidente dell'Ascom. Spero per il prossimo 31 dicembre in una collaborazione fattiva di tutti i commercianti di Torre del Greco, nella speranza che il Commissario Prefettizio emetta un'ordinanza per limitare il consumo di alcool». 

Ordinanza che divide la città e che in realtà moltissimi commercianti non vogliono: «Non vendiamo alcol ai minori - si difendono i baristi - Piuttosto servono cassonetti dell'immondizia e controlli dei vigili urbani».
Giovedì 28 Dicembre 2017, 12:10 - Ultimo aggiornamento: 28-12-2017 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP