Napoli, ecco il «buco nero» dell'addio a scuola: Scampia arranca

di Mariagiovanna Capone

  • 3
Neanche il tempo di far suonare la campanella del nuovo anno scolastico, che iniziano ad arrivare dati sull'abbandono scolastico. Sotto la lente d'ingrandimento della Svimez (Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno) stavolta ci sono i dati sui giovani tra 18 e 24 anni con la licenza media, che hanno abbandonano sia lo studio che la formazione professionalizzante. I numeri sono davvero allarmanti, poiché se tutto il Sud mostra valori di abbandono elevati che si attestano sul 18,5 per cento, a Napoli c'è un'intera generazione che scappa dalle aule scolastiche: sono ben 62.691. Non c'è nessun altra città italiana che raggiunge valori così elevati, la seconda è Roma con 30.696, ossia la metà dei giovani napoletani che hanno deciso di non proseguire i percorsi scolastici non diplomandosi neppure, mentre Catania è terza con 23.675. Il problema è comunque globalmente diffuso in tutte le fasce d'età, con valori di abbandono della scuola dell'obbligo che superano le mille unità secondo l'ultima statistica pubblicata del Comune di Napoli sull'anno scolastico 2016/2017.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 13 Settembre 2018, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2018 12:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP