Paladino e Bottura, show tra orgoglio e tradizione

Paladino e Bottura insieme per un refettorio napoletano
di Salvio Parisi

Un refettorio allestito e decorato da un maestro della nostra transavanguardia della caratura di Mimmo Paladino con la direzione della mensa del modenese Massimo Bottura, tra i migliori cucinieri al mondo. Ecco cosa loro in persona hanno annunciato qualche sera fa al Convento di San Domenico Maggiore dal palco di “Cibo a Regola d’Arte”, la tre giorni di arti culinarie, letterarie, visive e musicali che alla sua quinta edizione è sbarcata a Napoli.

Ospiti on stage di Angela Frenda, ideatrice e art director della manifestazione, i due artisti e amici reduci da una visita-sopralluogo al Made in Cloister di Porta Capuana hanno palesato l’idea entusiastica di un progetto d’ensamble, che potrebbe portare alla realizzazione in loco di un’opera pilota, testimone di democraticizzazione delle arti così come della tavola, recupero ambientale e monumentale del quartiere, opportunità lavorative e turistiche.
 
 

È avvenuto durante la kermesse, sottotitolata «L’orgoglio della tradizione», che nel weekend appena trascorso ha gremito di visitatori, curiosi, appassionati e addetti ai lavori il refettorio e le sale del Complesso Monumentale di San Domenico: affiancati ai più grandi chef dalla Campania e da tutt’Italia artisti impegnati in racconti, paralleli e confronti, performance, reading ed esibizioni musicali.

Rispetto del territorio, tutela dei patrimoni tradizionali dalla letteratura alla tavola, dal canto ai prodotti della terra tra Meridione, Mediterraneo e fusion internazionale: solo alcuni degli argomenti in due giorni di talk e lezioni, forum e master class che hanno messo accanto protagonisti dei fornelli, come Gennaro Esposito, Alfonso Iaccarino, Alessandro Borghese, Andrea Berton, Iginio Massari, Rosanna Marziale, Gino Sorbillo, Enzo Coccia e Niko Romito con nomi illustri della culura e dello spettacolo, come Francesco Piccolo, Anna Bonaiuto, Angelo Curti, Roberta Capua, Diego De Silva, Marina Confalone, Maurizio De Giovanni, Paola Saluzzi, Aurelio De Laurentis e Nina Zilli, che ha concluso l'evento con un medley dal suo repertorio.
Martedì 31 Ottobre 2017, 10:09 - Ultimo aggiornamento: 31-10-2017 10:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP