La sushi-chef dei vip cambia casa: il dream team migra a via Carducci

di Cristina Cennamo

Gli amanti del sushi, ed in particolare gli habitué delle Mecche a la page dell'area metropolitana, se lo raccontano sotto voce già da qualche settimana ma ormai quello che sembrava un gossip per gourmand è diventata una realtà. 

ll sushi napoletano insomma si è tinto di rosa, grazie ad Irina Avadanei : è lei infatti che guida il nuovo cambio d’identità del 121 Sushi n’ Bar, il ristorante giapponese appunto di via Carducci che per la prima volta ha scelto una donna e non una qualsiasi visto che alle spalle del primo chef del locale di Chiaia ci sarà la consulenza del maestro Ignacio Hidemasa Ito, forse il nome più noto tra gli amanti del genere in Campania e non solo.

Irina presterà quindi il suo talento alla creazione di menù in grado di combinare sapori ed atmosfere dense di fascino esotico per una cucina innovativa che non ha paura di sperimentare e che, spiegano i diretti interessati, punta tutto sulla qualità delle materie prime: in perfetta armonia con lo spirito femminile del suo sushi chef, insomma.

Romena di nascita, italiana di adozione, Irina Avadanei ha mosso del resto i primi passi nella ristorazione appena giunta in Italia: un innato talento che, nel 2010, fu notato proprio dallo chef Ignacio Hidemasa Ito.

Un viaggio professionale ed umano che ha portato ad una collaborazione capace di resistere al tempo insomma, e che segna del resto anche per Ignacio così come per lo stesso 121 l'inizio di un nuovo capitolo, una nuova avventura per rimettersi sempre in discussione e ripartire magari anche da zero, accettando nuove sfide dopo aver raggiunto quella che a tanti poteva sembrare già una vetta inarrivabile.
Giovedì 29 Marzo 2018, 15:23 - Ultimo aggiornamento: 31 Marzo, 16:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP