Prodotti agroalimentari campani esposti alla base Nato

di Mariano Fellico

 Venerdí mattina, nella Base Nato di Lago Patria saranno esposti i prodotti agroalimentari del territorio giuglianese. L'ento si chiama Family Day e vi partecipano anche i bambini del progetto “Spiagge Solidali“, che orasta continuando nella fattoria Sociale Om. "Dopo l'approvazione e il riconoscimento da parte della Regione Campania nei prodotti tradizionali del sidro della mela Annurca, un’altra grande soddisfazione per la nostra città: per la prima volta da quando è stata costruita la Nato a Giugliano, un'azienda giuglianese potrà esporre i prodotti tradizionali del nostro territorio".

Lo afferma l'assessore alle Politiche sociali e al Wealfer Vincenzo Mauriello. La manifestazione sarà patrocinata dal Comune di Giugliano: "Siamo lieti di patrocinare la Fattoria Sociale OM - spiega l'assessore Mauriello - che rappresenta la sinergia di ciò che è sintesi di profit e non profit, azienda e sociale. Con i prodotti tipici tradizionali biologici rappresenta l'intero territorio giuglianese. Per tutta la giornata, forse per la prima volta nella nostra storia, ci troveremo in un palcoscenico internazionale e mondiale - sottolinea l'assessore al Welfare - dove saranno esposti tutti prodotti locali biologici: la mela di plutone, o meglio conosciuta come mela annurca; i friarielli, il capicollo giuglianese, pane cafone, sidro della mela, lardo, salame giuglianese , salsicce, patate, limoni della costa di Licola, zucche. Ringrazio a nome dell’amministrazione comunale il generale Luciano Portolano e il colonnello Giancarlo Turco e la Fattoria Sociale OM che ci permetterà di essere rappresentati come Giuglianesi in questo palcoscenico Mondiale".

Il consigliere comunale dei Verdi Giuseppe D’Alterio ha spiegato che "questa festa significa dare un segnale preciso al nostro territorio e soprattutto valorizzare i nostri prodotti locali. Grazie alla fattoria sociale OM  che esporrà prodotti biologici e sopratutto il sidro della mela annurca Giugliano avrà la sua visibilità come terra del buono e non più terra dei fuochi".
Mercoledì 27 Settembre 2017, 13:59 - Ultimo aggiornamento: 27-09-2017 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP