Dopo i film Napoli lancia gli Oscar della Pizza

ARTICOLI CORRELATI
di Francesca Cicatelli

Quasi spicchi vitruviani: la pizza e il suo cornicione, sono inscritte armoniosamente nelle due figure "perfette" del cerchio. Dopo il riconoscimento Unesco, il disco di pasta fa concorrenza ai film con la notte degli Oscar della Pizza.  Il format è ancora una volta di Francesca Marino e Luciano Pignataro che il 16 ottobre a Napoli lanceranno la prima edizione dell'evento nel corso della serata #PizzAward 2018.  La kermesse si collega al contest internazionale MySocialRecipe,  al via lunedì 7 maggio fino al 7 agosto , periodo in cui i maestri pizzaioli, da tutto il mondo, avranno la possibilità di registrare gratuitamente le loro creazioni originali sul sito omonimo. Tra i 10 finalisti selezionati in gara live sarà nominato appunto il vincitore del PizzAward 2018 annunciato durante il gran galà degli Oscar. Il format My Social Recipe cresce, facendo registrare l'anno scorso la partecipazione di oltre 400 pizzaioli e 600 pizze registrate provenienti da tutto il mondo.
 


Nuova linfa anche alla giuria presieduta da Anna Scafuri (giornalista Rai), e composta da Giorgio Calabrese (medico nutrizionista),Antonio Puzzi (antropologo dell’alimentazione), Patrizio Roversi (conduttore televisivo “Linea Verde”), Antonio Scuteri (responsabile di Repubblica Sapori), e Scott Wiener (foodblogger americano), coordinata da Tommaso Esposito (medico e giornalista enogastronomico) che valuterà le proposte in gara: #pizzAward2018 al vincitore del contest e le categorie Pizzaiolo Chef, Migliore Pizza dall’estero, Migliore Pizza Healthy, e Migliore Pizza Senza Glutine. A una speciale commissione, denominata Pizza Academy, costituita da un panel di esperti del settore, spetterà invece il compito di attribuire gli Oscar delle altre categorie con un sistema di punteggi che determinerà delle nomination e quindi un vincitore. Nella serata di premiazione, saranno assegnati, quindi, anche gli Oscar al Pizzaiolo Protagonista dell’Anno, alla Carriera, alla Pizza dagli Effetti Speciali, alla Migliore Pizza in Teglia e alla Pizza in Rosa, riconoscimenti anche per i non partecipanti alla competizione. Ci saranno anche le menzioni speciali attribuite dai main sponsor del contest: Molino Caputo, Ferrarelle, La Fiammante, Olitalia, Parmigiano Reggiano, Scugnizzo Napoletano, Sorì e Birra Baladin. L’iniziativa ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Comune di Napoli, Camera di Commercio di Napoli, Associazione Italiana Sommelier, Associazione Pizzaiuoli Napoletani, Associazione Verace Pizza Napoletana e EcoMuseo della dieta Mediterranea di Pioppi.
 
Giovedì 3 Maggio 2018, 17:23 - Ultimo aggiornamento: 03-05-2018 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP