Napoli, i migliori dieci panini che non ti aspetti

Baburger, il panino vincitore
di Francesca Cicatelli

  • 1105
Quando la contaminazione è quasi uno sdoppiamento di personalità. Avete presente Pac man? Ecco. Finito il tempo di pane e mortazza, il panino non basta più. E c'è addirittura chi lascia che due scudi di mollica fagocitino un toast a formare un tutt'uno commestibile. Così troviamo panini che si atteggiano a babà, sandwich con in bocca fiori o gateau che assumono il portamento di un pezzo di pane.

Per arrivare anche a quello che qualcuno chiama addirittura "il panino mazzetta". Alcuni improponibili, almeno ad uno stomaco nutrito "banalmente" a focaccia con le olive e dischi di carne trita alla brace. Panini assurdi, da mangiare bendati, come in un appuntamento al buio col gusto.

Ecco quindi la top ten dei panini sperimentali o che non ti aspetti di questa settimana. Nelle prossime tante nuove proposte.

Per assaggiarli non avrete bisogno di valicare i confini campani.

1. IL BABURGER

Il Baburger, panino di babà spugnato con  acqua di San Marzano e farcito di polpette al ragù affumicate con legno di pesco e ciliegio. Venerando Valastro per il The Sign di Pozzuoli ne declina anche una versione con acqua di mare e lo confeziona con ogni tipo di affumicatura. Lui ne è il re e lo ha dimostrato anche su Dmax. 
Corso Umberto I, 51, Pozzuoli Na​

2 'O CUZZETIELLO


O' Cuzzetiello proposto, in varie location della Campania, da Francesco Fichera che restituisce dignità ad una parte del pane scartato, il margine finale, appunto che lo chef nobilita. Abbiamo quindi Cuzzetiello, scarola saltata con capperi di salina presidio Slow food biscottati e sfumata con colatura di alici di Cetara, animella di Annutolo cotta sotto cenere in laccatura alla Titanum 6 e fritta e germogli di cavolo broccolo.
Degustabile da marzo in Via Raffele Morghen 62 presso il nuovo locale Godot House ​

3 IL ROSSO DI SERA


Il Rosso di sera all'8/Burger presente a  Baronissi e Salerno dove Davide Acone, Nicola a Alessandro Napoli propongono un panino rosso fuoco (peccato per l'aggiunta di qualche colorante pur di esaltare l'effetto visivo) o verde o uno strambo panino di gateau di patate, con dentro carne di struzzo o di canguro o di cervo a seconda dei periodi dell'anno. A sorprendere il palato è spesso la marmellata di mirtillo e fichi o una salsa segreta a base di senape, formaggio e curcuma.
via Francesco Napoli, 8/B, Baronissi Sa e in via Largo Dogana Reggia 16 a Salerno 


4. Il seppia Burger by Carlos Pena al Milagros Gastrobar a Napoli. Per chi è diventato insofferente alla carne c'è la soluzione: l'hamburger di seppia, cipolla caramellata, salsa "alioli" e nocciole con maionese all'aglio e pane al nero di seppia oppure il panino di "cecina", lattughino, peperoni del "piquillo" e salsa al formaggio  "Valdeón", con prosciutto spagnolo di manzo affumicato Dop, mix di lattughe, confit di peperoni rossi spagnoli arrostiti, salsa al formaggio spagnolo Doc erborinato. Fatevi trovare preparati a chiedere espressamente i panini perché rientrano in una chicca fuori menù da ordinare espressamente. Ogni due settimane lo chef cambia ricetta. E tra circa un mese verrà inaugurato un servizio di delivery food per l'asporto.
Via Santa Maria in Portico, 15, 80122 Napoli


5. Salvio Merolla, buyeri, dopo la bruschetta nel panino propone Il pigno, panino con carpaccio  marinato alla birra artigianale di frumento, chiara e dolce, con ricotta di bufala e pomodori verdi secchi  da degustare nel suo "Birrificio Flegreo" a Bagnoli inaugurato da 3 settimane con altri due amici trentenni (Chiara Bolognino, archeologa, che dopo un viaggio in Belgio di 6 mesi si è messa a produrre birra, e Peppe Fiorillo, barman).
Via Ilioneo 48, Bagnoli. Napoli

  
6. Lo stracottino del duo d'amore Paolo Andreotti e Iole Iannaccone all'AJò!. Si tratta di una merenda rinforzata e rivisitata della nonna. A dispetto del nome sardo, in onore di una vacanza da cui partì il loro progetto 14 anni or sono, il locale è ad Avellino. La particolarità sta nel fatto che i loro panini hanno le fattezze di un hamburger americano ma sono made in Irpinia con pane cotto a legna,  stracotto di vitello e scaglie di caciocavallo e sambuco, la barba dei preti, il cosiddetto agretto. 
Via Olate n 18,  Avellino

7. Il Priapo, baguette di 45 centimetri con un wurstel di 40 centimetri, cipolla saltata al passito e salsa lavica, uno dei peperoncini più piccanti al mondo, lo yellow scorpion moruga che Emilio Dell'Anno e Vittorio Masoni somministrano ai "peccaminosi" all'Hades. A Napoli da due anni. 
Via Gemito, 20. Napoli


8. MR TOMATO


Mr Tomato al Drugstore di Saviano dove Dino De Lucia assembla un panino con composta di pomodoro melanzane dorate, bacon croccante del maialino iberico,  provola e hamburger di Chianina certificato c.c.b.i.
Corso Giuseppe Garibaldi, Saviano Na




9 - ORIGINAL SIN


Original Sin, il peccato originale, garantito con un panino alla mela, e un'altra proposta alla pesca intinta nel vino, il "Panino Ubriaco". Il 23enne Antonio Ippolito sperimenta l'abbinamento frutta-carne con un medaglione di bovino adulto, pesca alla griglia, riduzione di aglianico e scaglie di grana. E impenitente lo fa anche nell'Original Sin con melanzane,  zucchine grigliate, pomodori secchi e mela.  
Degustabile presso La Rotonda Belvedere, via Pozzuoli, 15 Napoli​

10 GOLA PROFONDA


Ex aequo -  Il Koulibaly al salmone ideato da Lino Illiano di Gusto pub partenopeo, aperto 5 anni fa, che sperimenta con i nomi e abbina quelli dei giocatori del Napoli agli hamburger. Il panino nato in onore del difensore azzurro perché non mangia maiale. Il Gola profonda del Baylon Il panino del professore, a Salerno, gioca con i nomi e le provocazioni.  Davide Giordano, napoletano,ex operaio metalmeccanico di Arzano e la sua fidanzata Maria Piscopo  sono insaziabili e il loro "Gola profonda" è l'hamburger che inghiottisce un toast con salsa cheddar, bacon, patata "cunzat" schiacciata  e uova a occhio di bue con sale, olio e pepe. Ma troverete anche panini con nomi di porno attori, espressioni a doppio senso e film hard. Ci sono anche il Belen  e il Rocco.
Gusto è in Piazza San Pasquale 21, Napoli 
Baylon è in Piazza Sedile del Campo, 6 Salerno  

 

CLICCA QUI E SCOPRI TUTTE LE CLASSIFICHE DEL MANGIA E BEVI
Lunedì 8 Febbraio 2016, 13:39 - Ultimo aggiornamento: 18-03-2016 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP