«Io, assessore di Praia a Mare:
non voglio turisti incivili»

ARTICOLI CORRELATI
di Antonino De Lorenzo *

Caro direttore, 

il lettore che scrive sul Vostro spazio online fa i complimenti, in modo sarcastico, all'amministrazione comunale di cui faccio parte e nella quale rivesto il ruolo di assessore al Turismo e alle Attività Produttive, perché  egli, non avendo trovato i parcheggi a pagamento aperti, ha pensato bene di parcheggiare la propria auto in divieto di sosta e la nostra polizia locale avrebbe elevato un verbale proprio per tale infrazione ammessa, tra l altro, nello scritto presente sul Vostro sito.

Non trovo corrispondenza sul fatto che un turista che sicuramente è una risorsa importantissima per il nostro paese e che spende dei soldi per fruire dei servizi turistici in cambio (quindi non porta i soldi a nessuno bensì acquista un prodotto o fruisce di un servizio) possa parcheggiare in divieto di sosta senza che gli venga fatta una multa.

Lo stesso turista afferma che la sua macchina era in divieto di sosta ma non dava fastidio a nessuno!!! Pertanto ogni persona che arriva a Praia a Mare, secondo la propria visione personale, può parcheggiare anche in divieto di sosta perché tanto non dà fastidio a nessuno. Io credo che l'articolo va bene per descrivere l'inciviltà del turista che pretende di parcheggiare dove come vuole perché spende ed è, secondo lui, una risorsa per Praia a Mare.

Con tutto il rispetto non abbiamo bisogno di persone che vivono secondo un libero arbitro che a Praia a Mare, grazie al lavoro di tutta l'amministrazione comunale e del sindaco in primis, non troverà mai terreno fertile in quanto il rispetto delle regole e delle leggi è la base su cui si fonda il nostro agire amministrativo.

Ne approfitto per far arrivare un messaggio forte e chiaro a chi intende venire nel nostro paese per non rispettare le regole e per portare disordine e confusione: state a casa vostra, qui non siete e non sarete degli ospiti graditi. Per fortuna parliamo di una minima parte di soggetti in quanto le migliaia di turisti che scelgono Praia a Mare apprezzano l'accoglienza dei nostri operatori e le azioni che la nostra amministrazione ha posto in essere per far splendere il nostro fantastico territorio.

* Assessore al Turismo Comune di Praia a Mare
Mercoledì 26 Settembre 2018, 20:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-10-13 19:08:02
Sono anche io, napoletano, assiduo frequentatore di Praia a Mare, soprattutto nei mesi estivi, ma anche durante la stagione invernale. Devo riconoscere, e me ne compiaccio, che effettivamente la cittadina ha fatto molti passi in avanti in questi ultimi anni in tema di ordine e di decoro urbano. Quindi, sotto questo profilo, non solo concordo con quanto sostenuto dall’Assessore, ma anzi gli faccio i miei complimenti. Tuttavia, essendo stato anche io, cultore dell’ordine e della legalità, vittima di un piccolo abuso da parte della Polizia Municipale che mi ha comminato una multa assolutamente non meritata (e che ho pagato sull’unghia in contanti senza fare ricorso), vorrei suggerire all’assessore, e soprattutto ai solerti agenti della Polizia Municipale, un minimo, ma giusto un minimo, di elasticità e buon senso. Forse, in ultima analisi ed al netto dell’arrabiatura per la [giusta] multa ricevuta, è proprio questo quello che voleva dire il mio concittadino, anche se in modo e con toni impropri. Al riguardo vorrei raccontare un piccolo aneddoto: molti anni fa mi trovavo con due amici sul lungomare di Montecarlo (che quanto ad ordine, decoro urbano e bellezza naturale credo non abbia nulla da invidiare a Praia a Mare). Ad un certo punto notammo un gruppetto di tre bellissime ragazze e per attaccare bottone scendemmo immediatamente dall’auto dopo averla parcheggiata in pieno divieto di sosta. In pochi istanti fummo redarguiti da due agenti motociclisti della Polizia Monegasca, i quali, però, immediatamente dopo aver compreso la “situazione”, con un sorriso, ci dissero: “mi raccomando: solo 5 minuti, non di più! Poi dovete andare via”. Così esattamente fu: rimediammo anche una bellissima serata con le tre fanciulle. Spero di aver reso l’idea. Ancora complimenti all’Amministrazione Comunale di Praia a Mare e grazie per l’ospitalità.

QUICKMAP