In caso di rischio eruzione:
a Pompei arriva la «VesuViApp»

di Susy Malafronte

POMPEI - In caso di rischio eruzione: a Pompei arriva la «VesuViApp». L’applicazione che avvisa i cittadini sul rischio Vesuvio. L’app, in corso di programmazione, si potrà scaricare gratuitamente su Smartphone e Tablet per ricevere, in tempo reale, dettagli relativi: al piano di evacuazione; tutte le informazioni collegate al rischio Vesuvio e relative ad eventuali altre calamità naturali.

La «VesuViApp» è uno strumento che collegherà con un filo diretto la sala operativa della Protezione Civile di Pompei con ogni singolo abitante. Sarà una applicazione che userà un linguaggio chiaro e comprensivo anche per gli anziani. I dettagli sono stati resi noti dal vicecomandante dei caschi bianchi e funzionario responsabile della Protezione Civile di Pompei, capitano Ferdinando Fontanella, nel corso di una riunione operativa a Palazzo de Fusco.

Dalla Protezione Civile della Regione Campania, a fine luglio, arriverà, nelle casse del comune mariano, un finanziamento pari a 70 mila euro per appaltare lo studio tecnico di fattibilità del piano di evacuazione straordinario per Pompei e per la realizzazione della «VesuViApp».  Il piano d’evacuazione prevede, per le famiglie che non sono provviste di alloggi secondari fuori della zona rossa, il viaggio assistito verso un comune della Sardegna. Pompei, città simbolo degli effetti devastanti dell'eruzione del Vesuvio, dunque, è al lavoro per creare un piano di evacuazione che non lascia nulla al caso ma che, ogni minimo particolare, è studiato nei dettagli.
 
Martedì 5 Giugno 2018, 20:25 - Ultimo aggiornamento: 05-06-2018 20:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA