Stargraph, l'app per gli autografi
per avere le star a portata di clik

di Rossella Grasso

«ogliamo dare nelle mani dei fan un'emozione, un ricordo unico, autentico e personalizzato di aver vissuto dal vivo un evento sportivo e di aver ricevuto, direttamente dal proprio campione preferito, un contenuto esclusivo e di qualità». Parola di Ursula De Masi e Michele Imbimbo, i due fondatori di Stargraph, la piattaforma digitale per fare e ricevere gli autografi delle star. L'idea è venuta ai due startupper per lo loro grande passione per lo sport. Quante volte abbiamo desiderato avere un autografo di un campione sportivo, di un cantante o di un attore ma nel caos non ci siamo riusciti? Stargraph risolve il problema e consente a tutti quelli che hanno partecipato a un evento di ricevere in alta definizione contenuti speciali e l'agognato autografo direttamente sul proprio smartphone.

«Stargraph è una piattaforma digitale che crea un nuovo tipo di comunicazione tra le star e i propri fan - spiega Ursula de Masi - Consente alle star di qualsiasi settore durante gli eventi dal vivo di condividere con tutti il proprio autografo semplicemente apponendo una firma su un tablet e scattandosi una foto. I fan dovranno semplicemente scaricare l'app, accendere il wi-fi e il gioco è fatto. Subito si riceverà l'autografo immediatamente condivisibile sui social e pronto per la stampa in HD». Il primo autografo Stargraph è stato firmato a Valencia a novembre scorso durante l’ultima gara di MotoGP dai piloti Aprilia. In quell'occasione gli amministratori dell'app hanno creato due sessioni di autografi, gli utenti che si trovavano nei dintorni hanno ricevuto una notifica che gli segnalava gli orari in cui i piloti avrebbero firmato digitalemnte gli autografi e dopo poco tutti i fan hanno ricevuto la foto autografata con tanto di dedica. «È un ricordo unico di quel momento, certificato e possono averlo solo i fan che sono presenti all'evento», spiega Ursula.
 
 

Con Stargraph non ci saranno più code, resse e lunghe attese, ma soprattutto non ci sarà più nessuno che torna a casa a mani vuote. L'idea nasce dalla semplice valutazione che oggi, il 78% degli spettatori usa lo smartphone durante gli eventi dal vivo, il 77% scatta foto o video ed il 50% lo condivide sui social. Attraverso la piattaforma, questo fenomeno si trasforma in nuove opportunità per ingaggiare nuovi fan con la novità dell’autografo digitale,
fidelizzare quelli più affezionati con iniziative commerciali e premi esclusivi veicolati dall'app come ad esempio coupon, sconti su acquisto merchandising, esperienze reali con le star. Poi consente di dare maggiore visibilità agli sponsor che vedranno il loro logo comparire anche sull’autografo digitale Stargraph che quindi circolerà sui social o sarà stampato. «Infine il brand acquista valore vista l’innovazione, tra l'altro tutta italiana, della nostra piattaforma e la possibilità di distinguersi dagli altri competitors non andando a caccia di followers», chiosa Ursula. Stargraph, iniziativa che parte da Roma ma che trova il suo sviluppo grazie a Campania NewSteel, incubatore certificato promosso e partecipato dall'università Federico II e da Città della Scienza, è destinato a cambiare il rapporto tra vips e fan rendendoli sempre più a portata di click.
Martedì 13 Marzo 2018, 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA