È a Benevento il primo edificio
del Sud a energia quasi zero

È possibile costruire un edificio energeticamente autosostenibile. Lo hanno dimostrato il Distretto Stress e l’Università degli Studi del Sannio sperimentano l’efficientemento energetico con un dimostratore in scala reale. Martedì 16 gennaio, alle ore 11, sarà inaugurato in via San Pasquale, a Benevento, presso le residenze universitarie Unisannio, nel Complesso ex iPai, l’edificio sperimentale nZEB, nearly Zero Energy Building. L’edificio nZEB nasce come intervento dimostratore in scala reale del progetto di ricerca Smart Case, attuato dal Distretto tecnologico Stress sotto il coordinamento scientifico di Giuseppe Peter Vanoli, docente del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio.

Si tratta di uno dei primi test di questo tipo in Italia meridionale, attraverso il quale verranno messe a sistema innovative metodologie progettuali, costruttive e impiantistiche. L’edificio dimostratore costruito a Benevento, oltre ad essere una testimonianza dei risultati del progetto, costituisce un asset significativo che Stress lascia sul territorio campano, e che potrà essere utilizzato come volano per ulteriori progetti di ricerca in tema di efficienza energetica in edilizia in climi mediterranei.

Il dimostratore fornisce risposte innovative alle mutate condizioni contemporanee dell’abitare sul piano dell’architettura, della tecnologia, degli impianti, degli ambienti. Interverranno il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il Rettore dell’Università degli Studi del Sannio e Presidente del CUR, Filippo De Rossi, il Presidente del Distretto Stress, Ennio Rubino. 
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 17:26 - Ultimo aggiornamento: 10-01-2018 17:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA