Grafica, dall'Accademia alla startup
la tradizione diventa innovazione

di Rossella Grasso

Un tempo tutto ciò che veniva edito era ad opera di forti braccia di stampatori che azionavano a mano pesanti torchi. Una tradizione che rischia di essere persa e con essa la possibilità di creare litografie e grafica d'arte di pregio. La soluzione arriva dall'Accademia di Belle Arti di Napoli con la creazione di un corso in Arti Grafiche e Meccanica di precisione. «Oggi costruiamo il futuro» è il titolo dell'iniziativa che lancia un bando in collaborazione con l'Assessorato ai Fondi Europei e Politiche Giovanili della regione Campania. La partecipazione al bando è gratuita e si rivolge ai 20 ragazzi tra i 18 e i 35 anni che vorranno imparare l'arte della stampa a torchio in chiave innovativa. Il corso, della durata di un anno, prevede che i partecipanti sapranno progettare e costruire un torchio calcografico di grande precisione, come vuole la tradizione, ma migliorandone le prestazioni grazie alle nuove tecnologie. 
 

Si potranno apprendere le tecniche di stampa, grafica d'arte e contemporanea. La figura professionale in uscita avrà sia competenze tecniche  per la costruzione e riparazione di torchi, sia artistiche per la realizzazione di stampe, tecniche di incisione e conoscenze di arte contemporanea. Gli allievi del corso di Grafica d'Arte hanno dato prova di cosa si possa creare con carta, inchiostro e un torchio, esponendo alcune delle loro opere. Pop-up, intagli, colori e incisioni dettagliatissime danno vita a opere d'arte di grande pregio.

A questo si aggiunge che l'iniziativa coinvolge soprattutto i borghi come quello di San Potito Sannitico in provincia di Caserta, partner del progetto. Il comune da anni sta investendo sull'arte e la creatività come volano per la rigenerazione e lo sviluppo del territorio e per l'occasione ha messo a disposizione alcune sedi dove poter approfondire e innovare l'antica tradizione della stampa a torchio. L'obiettivo è quello di creare vere e proprie officine artistiche che possano portare anche allo sviluppo di startup innovative. Luoghi di produzione concreta ma anche laboratori permanenti incentrati sul learning by doing, sul confronto culturale e sulla sperimentazione di metodologie di design. Gli artisti avranno la possibilità di entrare in contatto con le eccellenze nazionali e internazionali del settore nell'orizzonte dello sviluppo sostenibile e della rigenerazione dei centri urbani e dei piccoli Comuni.  
Mercoledì 2 Maggio 2018, 17:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti