Regione, la svolta: si consegna il Collana alla società Giano

2
  • 20
Entro domani saranno consegnate le chiavi dello stadio Collana alla società Giano ed entro fine giugno «la struttura sarà aperta». Lo ha detto l'assessore alle Attività produttive della Regione Campania Antonio Marchiello nel corso della seduta di question time in Consiglio regionale della Campania, rispondendo a un'interrogazione della consigliera del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà sulla situazione dell'impianto sportivo del quartiere Vomero, il secondo di Napoli per grandezza e importanza dopo lo stadio San Paolo.

Marchiello, riferendo della relazione della Direzione generale per le Risorse strumentali della Regione, ha ricordato che la Giunta regionale della Campania a dicembre 2018 «ha confermato l'inserimento del Collana nel programma delle Universiadi 2019» e in virtù di questo si è predisposto «un cronoprogramma con l'indicazione dei lavori e di quanto necessario all'utilizzo della struttura», documento che sarà allegato al contratto con la società Giano srl, il cui amministratore delegato è Gennaro Ferrara, già rettore dell'Università Parthenope di Napoli.  

Il commissario per le Universiadi e la Giano, ha spiegato Marchiello, «hanno ultimato l'intesa per il riparto degli interventi, fermo restando l'impegno della Giano a investire 7 milioni di euro». Gli interventi, ha aggiunto Marchiello, «consentiranno l'utilizzo del campo di calcio e della pista di atletica in tempo utile per lo svolgimento delle Universiadi».
Venerdì 11 Gennaio 2019, 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-01-11 17:56:30
Speriamo che sia l'ultima volta, e quella buona di riaprire lo Stadio Collana.Un ringraziamento va'a tutti quelli che si sono "interessati"(sic.) attivamente all'avvenimento!
2019-01-12 18:28:08
Ed in qualche mese ci sarà il Mago Merlino che verrà al Collana e provvederà a che l'impianto (dopo decenni di vergognoso abbandono) si rifarà il LOOK per permettere lo svolgimento di qualche attività a livello internazionale? Ancora una volta mostreremo la nostra maniera di fare politica e di dare servizi alla città. Ma sicuramente ci saranno, all'inaugurazione, i soliti politici a fare il discorsetto di prammatica. sono bravo, sono buono, sono bello, avete visto cosa ho fatto, ed allora alzerò un cartello: hai finito di distruggere la nostra Città! E se ce ne saranno altri cento forse riusciremo a disfarci della politica e dei politicanti che ci hanno sfruttati ed ignorati per decenni.

QUICKMAP