Morto sul lavoro travolto dalla terra,
le condanne arrivano dopo 18 anni

di Pasquale Sorrentino

Dopo oltre 18 anni condannati quattro imprenditori per la morte sul lavoro di un operaio di Laurino. Vito Gregorio perse la vita il 6 giugno del 2000, travolto da 90 metri cubici di terreno durante i lavori di realizzazione della condotta fognaria comunale. Ripercorrendo la vicenda giudiziaria occorre tornare al 15 dicembre del 2008, quando il Tribunale di Vallo dichiarò il reato estinto per sopravvenuta prescrizione. Contro questa decisione – ritenuta illegittima – fecero ricorso parti civili e la Procura Generale. La Corte di Appello di Salerno assolse gli imputati, sentenza annullata dalla IV sezione della Corte di Cassazione che - continuando la ricostruzione giudiziaria - trasmise gli atti alla Corte di Appello di Napoli, che condannò gli imputati a due anni di reclusione ciascuno. La terza sezione penale della Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile un nuovo ricorso, confermando le condanne.
Venerdì 11 Gennaio 2019, 06:30 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2019 09:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP