«Cara Napoli, sei bella ma sporca
e inospitale»: la black list dei turisti

di Paolo Barbuto

33
  • 2845
Anche stamattina le camere degli alberghi di Napoli saranno tutte piene: la città è sold out. I visitatori che l'hanno presa d'assalto per Capodanno si tratterranno fino alla fine della settimana: il momento è realmente magico per il turismo.

È stato un intero anno dai numeri clamorosi per il settore che ha registrato una crescita esponenziale. In due anni il numero di camere occupate è aumentato di sei punti percentuali passando dal 72 al 78%; anche il costo medio del soggiorno è cresciuto, con buona pace degli albergatori e delle oltre 1.200 famiglie degli addetti che lavorano negli hotel della città.
 
 

Ma un imprenditore che si crogiola sui risultati appena ottenuti senza guardare al futuro, rischia di ritrovarsi in difficoltà. Ecco perché la Federalberghi proprio nei giorni in cui si registra l'exploit massimo di occupazione, ha messo a punto un dossier da condividere con la città, anzi con quella porzione di città che dovrebbe contribuire alla crescita del turismo. Gli albergatori hanno raccolto tutte le critiche dei turisti, quelle che vengono presentate alle reception, che sono condivise al concierge, le hanno sistematizzate e hanno tirato fuori un documento: una black list con i dieci «orrori» di Napoli agli occhi di un turista.

A questo punto va chiarito, per evitare malintesi, che i turisti hanno anche raccontato le meraviglie della città: la bellezza dei luoghi, il fascino della cultura, la meraviglia di una città viva e vitale, il calore degli abitanti. Insomma, Napoli piace tanto. Però per renderla ancora più accattivante agli occhi di un visitatore, bisogna cancellare ogni ombra. Ecco, dunque, che la black list torna utile per una riflessione sul futuro.

Le dieci critiche più frequenti presentate dai turisti le leggete in questa stessa pagina, si va dal fallimento dei trasporti alla mancanza di eventi, dalla sensazione di insicurezza alla carenza di bagni pubblici, dalle difficoltà di parcheggio alla mancanza di decoro, dalla scarsa pulizia alla prostituzione che arriva fin sotto i balconi degli hotel.

Proprio ieri sulle colonne del nostro giornale il presidente di Federalberghi, Antonio Izzo, ha tuonato contro l'Amministrazione per il fallimento dei trasporti della notte di San Silvestro: «Napoli è sembrata una città ridicola agli occhi dei turisti - ha detto - la gestione approssimativa della città è stata plateale durante tutto il periodo delle festività natalizie».

Adesso, alla luce dei risultati del dossier, scaturito da un intero anno di «osservazione» dei problemi ai quali vanno incontro i turisti, lo stesso Izzo spiega che «sarebbe impossibile pretendere una soluzione immediata ai problemi dei trasporti. Sappiamo che esistono e chiediamo che vengano affrontati con vigore, in tempi stretti anche se siamo consapevoli che non basterà una settimana a risolverli, forse nemmeno qualche mese».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 3 Gennaio 2018, 09:16 - Ultimo aggiornamento: 03-01-2018 10:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2018-01-04 01:40:32
non bisogna mai rassegnarsi nella vita, bisogna sempre progredire ed avere successo, non condivido per nulla I suoi pensieri, lei non potrebbere mai essere un mio amico, Lei parla come un socialista pensi soltanto per se, non parli anche per gli altri che non tutti piace questa situazione che state vivendo. Mi dica dove vive cosi' faro' in modo che io e lei non saremo mai vicini di casa nel prossimo futuro.....
2018-01-03 19:02:52
scusate debbo dire anche la mia io vivo in Texas in una cittadina considerata una delle top 10 degli States , noi qui tutti paghiamo le tasse alla Contea ( ogni cittadina midtown Americana ha la Sua Contea), io come proprietaria di casa pago alla Contea quasi 3 mila dollari annui, in piu' pago circa altri 1000 dollari per l acqua , reciclo, fogne, e ritiro di rifiuti a porta a porta. quindi tutto sommato pago oltre 4000mila dollari per vivere in questa citta', naturalmente ci sono le tasse dello Zio Sam che li detraggono dallo stipendio, solo di tasse ed I contributi fanno quasi oltre 6 mila dollari annui quindi tutto sommato sono 10K che paghiamo allo stato ed alla contea e zio Sam. La citta' dove vivo io e' pulita, tutelata a norma di legge. quindi se guadagni 60 mila dollari annui 10 mila sono per tutto questo e piu' guadagni piu' paghi. In Italia invece non funziona cosi' ecco perche' ci sono carenze di ogni genere , Io credo che se lo Stato italiano aumentasse lo stipendio a Napoli Il cittadino potrebbere pagare al comune per far si che certi eserci pubblici funzionassero a regola, ed invece non e' cosi' ed Il comune di Napoli non ha molti Soldi e le casse del Mezzogiorno sono quasi in deficit, mentre il Nord si lamenta da quasi 100 anni credendo che loro pagano per il Sud. Il Turista che critica bisogna informarlo a Napoli e dire loro la Verita' su perche' Napoli e' sporca etc etc , si lo so e' anche colpa dei cittadini , quindi educate prima loro I padroni di casa. Ricordo anni fa ero a Napoli nel cuore della citta' , avevo appena consumato un tramezzino per strada ed avevo la carta in mano camminando cercavo un cestino per I rifiuti sai quei piccolo ai piedi del marciapiede non lo trovati , cosi' misi il pezzo di carta nella mia borsa e lo portai a casa, in Italia mancano anche le leggi , In Texas se butti una lattina per terra per esempio ti becchi anche 5 anni di galera e paghi una multa di 10 mila dollari il detto e' Do Not Mess with Texas , google e leggerai che non ti sto scrivendo baggianate. Cordialita' Napoletana expat
2018-01-04 05:46:27
mentre invece in Italia la tassa sulla casa se la pappa il governo qui nella contea dove vivo I soldi vanno alla municipalita' per scuole strade e parte pagamenti alla polizia e servizi pubblici Napoli e' una vera metropolis e potrebbe gestirsi da se, senza che il Governo ci mette la forchetta nel piatto, riflettete e fatevi compiti a casa chi e' che mangia I soldi di Napoli? non certo il primo cittadino ma Il Governo per pagare tutti questi parassiti che vi governano incollati alle loro poltrone che guadagnano piu' di 150mila euro all anno, ragazzi ma a cosa state aspettando? vi hanno lasciato con il rancho ed il bonus bebe' e vi basta questo? Napoli potrebbe vivere solo di turismo e difendete I vostri beni culturali non lasciate che nessuno li venda, informatevi di tutti I castelli e palazzi Reali che ci sono a Napoli lasciati dopo la caduta della Monarchia informatevi a chi appartengono questi sono beni culturali dei cittadini di Napoli non dello Stato italiano, Che Napoli diventi Federale abbiamo un porto grandissimo con le migliore navigazioni, senza di Noi Il nord non potrebbe sopravvivere, voi ci avete pensato a questo? che al nord non c'e' nulla? solo campagne montagne e ranch e quello che hanno l industria? la fiat? raramente ne vedi una a Dallas , la Fiat a' troppo piccola per un americano alto piu' di un metro ed 80 centimetri please... io ho una Acura a 4 porte! Ragazzi sono stufa di leggere sempre le stesse cose e di scrivere sempre le stesse cose o cambiate o mangiatevi la coda sta a voi decidere, e lasciate stare Salvini, Renzi, I cinque stelle e tutti gli altri non accadra' nulla di nuovo neanche sulle prossime elezioni, Napoli sara' sempre la stessa sporca, economia sempre la stessa, gli immigranti senza lavoro e dimora , gli italiani che guadagnano a stento per vivere e poi molte ma molte prostitute per strada di qualsiasi razza,e droga a volonta' a pochissimo prezzo cosi' vi calmate...oramai sanno come gestirvi e c'e' pure qualcuno che dice arrangiamoci? Ma scherzate? la parola arrangiamoci non esiste nel mio vocabolario, nel mio vocabolario esiste, Lotta, lavora duro, fai tutto con successo cerca I migliori risultati su qualsiasi cosa intranpendi non ti accontentare dai il Massimo e chiedi Il Premium! Sei mai stato ad un Seminario? dove tu ascolti e c'e' uno li che parla per ore ad una platea di persone? Io si! e ti aprono il cervello ti fanno capire cose che tu non avrai mai pensato prima e se solo tu vuoi le raggiungerai ma nessuno e dico nessuno ti dira' dove come e quando, la strada la devi trovare tu la strada del successo. Io non vivo piu' alla base della piramide da tantissimi anni a Napoli ero una ghettaiola non c''era futuro per me .... Napoletana expat un altra che ce l'ha fatta
2018-01-03 18:27:58
Mi incuriosisce il fatto che gli illustri viaggiatori del "Grand Tour", quelli che tra il 1700 e il 1800 giunsero a Napoli per piacere, per politica o per studio, tra cui Goethe, Hamilton, Ferber, Spallanzani, Gunther, Withe, Dumas e tanti altri, pur esaltando le meraviglie della natura e l'immenso patrimonio storico/culturale della città e dei suoi dintorni, non poterono astenersi - mutatis mutandis- dalle stesse annotazioni negative dei turisti di oggi. Dopodiché delle due l'una: o c'è sempre stata una prevenzione, ovvero un giudizio non obiettivo nei confronti del modo di vivere a Napoli, oppure un paio di secoli non sono bastati per eliminare quel fastidioso comportamento privo di educazione e di senso civico che taluni confondono con il folclore. Ciò conduce ad un'ulteriore considerazione che porta ad una inevitabile domanda: vuoi vedere che chi viene a Napoli vuole trovare proprio quello che si aspetta e che lo ha spinto a venirci, altrimenti resterebbe deluso? Se così dovesse essere, la nostra maleducazione/cialtroneria/menefreghismo/falsa furbizia diviene quasi un pregio, un ingrediente essenziale come il famoso cacio sui maccheroni. Questo spiegherebbe il perchè nei secoli nessuno ha fatto niente per cambiare lo stato delle cose.
2018-01-03 18:12:58
Il presidente di FederAlberghi dovrebbe riflettere sul perchè del boom dei Bed & Breakfast invece di far girare le pale del ventilatore ...

QUICKMAP