Campania, ferito da colpo di pistola alla testa, è finita l'agonia del 14enne Rosario

di Michele De Leo

Non ce l'ha fatta Rosario De Stefano, il 14enne di Vallata rimasto gravemente ferito da un colpo di pistola alla testa. La speranza di un miracolo è venuta meno nella tarda serata di domenica, dopo cinque giorni tra la vita e la morte presso l'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Troppo gravi i danni celebrali riportati dal 14enne per tentare un intervento che potesse favorire una ripresa. Una notizia che ha gettato nello sconforto i genitori, il fratello a cui il giovanissimo aveva mandato un sms di saluto poche ore prima della tragedia i parenti, gli amici e l'intera comunità di Vallata.

La notizia del decesso di Rosario è stata un colpo al cuore della cittadina della Baronia che, negli ultimi giorni, ha pianto e pregato per le sorti del 14enne e si è stretta, pur in un rispettoso silenzio, al fianco dei familiari del ragazzino. La salma del 14enne è ora a disposizione dell'autorità giudiziaria che ha disposto l'autopsia. L'esame sarà effettuato presso l'obitorio dell'ospedale Santobono di Napoli dove il corpo del giovane è stato trasferito dopo il decesso - nel corso dei prossimi giorni non è ancora arrivata una comunicazione ufficiale a riguardo per definire l'esatta dinamica del dramma e fare chiarezza sull'episodio. I carabinieri della stazione di Vallata coadiuvati dai colleghi della compagnia di Ariano proseguono le indagini senza tralasciare alcun aspetto, continuando a lavorare sia sull'ipotesi del tragico incidente sia sulla possibilità che il giovanissimo abbia intenzionalmente recuperato la pistola del padre e fatto partire un colpo. Aspetti secondari che, in questa fase, interessano molto poco. Adesso è il momento del dolore per i familiari, gli amici, i compagni di scuola e l'intera comunità di Vallata che, nei giorni scorsi, si era riunita in preghiera per invocare un miracolo che salvasse la vita a Rosario De Stefano. Il freddo intenso e la pioggia che, nelle ultime ore, si è abbattuta sul centro della Baronia rappresentano appieno lo stato d'animo della gente del posto che ha accolto sgomenta e con tanta commozione la notizia del decesso di un giovanissimo figlio della comunità.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 14 Novembre 2017, 12:42 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2017 12:43

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP