Movida violenta a Ischia, arrestati due 19enni della Napoli bene: hanno accoltellato due minorenni per una sigaretta negata

il materiale sequestrato ai due giovani accoltellatori
di Massimo Zivelli

13
  • 806
Due ragazzi della cosiddetta “Napoli Bene” che si trasformano improvvisamente in balordi violenti e pericolosi accoltellatori. E tutto per una sigaretta che si voleva estorcere con la forza. Sono finiti in manette con le pesanti accuse di tentata rapina e tentato omicidio Emanuele Moretto, 19 anni, residente al Rione Alto, e Fabio Nicolosi, 19enne anche lui, residente al corso Vittorio Emanuele. Sarebbero loro gli aggressori che nella notte tra sabato e domenica scorsi feritono con arma da taglio F.G. e M,.M. i due minorenni di Giugliano e Marano accoltellati all’esterno della discoteca “Blanco” sul lungomare di Casamicciola.

Gli arresti sono stati effettuati su mandato della Procura giovedì mattina su una spiaggia di Forio. Ma la cosa è stata ufficializzata solo in queste ore, per esplicita richiesta del pm che ha inteso attendere la convalida del provvedimento cautelare da parte del Gip. Convalida che è puntualmente arrivata, e che conferma tutto il quadro accusatorio nei confronti dei due giovani finora incensurati.
 
 

Moretto e Nicolosi erano stati identificati a poche ore dalla sanguinosa aggressione ai due minorenni, grazie alle immagini fornite dalle telecamere di sorveglianza. Dal momento della fuga, avevano fatto perdere le tracce. Ma gli investigatori del commissariato di Ischia, al comando del vicequestore Alberto Mannelli, erano sicuri del fatto che non si fossero allontanati dall’isola. E infatti i due sono stati beccati giovedì mattina mentre facevano il bagno assieme a dei parenti al lido Mattera, sulla spiaggia della Chiaia a Forio. La caccia all’uomo è stata dunque lunga e meticolosa, con la polizia che – foto segnaletiche alla mano – ha impiegato ben venti agenti in tenuta balneare dispiegati a gruppi sulle spiagge di Maronti, Lido d’Ischia, Lido di Casamicciola, Citara e per l’appunto la Chiaia, dove i due sono stati sorpresi.

Effettuato il fermo, è scattata la perquisizione nella casa delle vacanze presa in fitto alla via Spinavola a Forio, dai genitori di uno dei due. Nella stanza dei ragazzi, la polizia ha rinvenuto il coltello usato per l’aggressione ancora sporco di sangue e tracce ematiche sui vestiti indossati dai due aggressori la notte dell’accoltellamento. Una mossa altamente incauta la loro, considerato che non si sono disfatti della prova più importante che alla fine li ha incastrati. Cosa ancora più strana è che invece i due hanno preferito disfarsi dei loro documenti di identità. In ogni caso l’arresto è scattato perché gli zaini e i borsoni erano chiusi e con tutto pronto per una fuga immediata.

Le pesanti accuse sono state convalidate dal Gip perché i due aggressori hanno agito con straordinaria ferocia e violenza. Uno dei ragazzini, in particolare, è stato accoltellato al capo, ma per fortuna la punta della lama. E ancora peggio poteva accadere all’amico, colpito – secondo il referto dei medici del pronto soccorso isolano - per ben tre volte dai fendenti sferrati contro di lui e che gli procuravano un profondo sfregio allo zigomo destro nonché due lacerazioni alla coscia destra in prossimità dell’arteria femorale che solo per mera fortuna non erano letali.

Sono stati due giovani della stessa comitiva a ricostruire la dinamica dell'aggressione: alla polizia i ragazzi hanno raccontato che uno degli amici era stato avvicinato da un giovane che gli aveva chiesto una sigaretta e, alla sua risposta negativa, minacciato con un coltello da un suo amico che lo spalleggiava. Poi, dalle minacce all’aggressione vera e propria da parte dei due arrestati, verosimilmente in quel momento sotto gli effetti di alcol e droga.
Sabato 12 Agosto 2017, 11:26 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2017 12:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-08-12 17:33:06
Napoli, male.
2017-08-12 14:28:26
RAGAZZI ??? 19enni , Napoli bene? ma se possono votare e potrebbero fare il militare, cosa che gli farebbe bene, perché continuate achiamarli ragazzi? Oggi che la vita si é allungata , se non fai parte del Mob, a 17 anni si é gia uomo, eal sud visto quanti padri e madri dai 14 ai 17 anni , lo si diventa presto.
2017-08-12 12:49:33
Napoli bene? Avranno avuto il coltello di marca
2017-08-12 12:48:19
Animali, quale napoli bene!! Ergastolo!!! A cosa può servire una feccia del genere all'umanita?
2017-08-12 12:44:18
La Napoli bene? Ma la vogliamo smettere con queste distinzioni? Ci sono solo i buoni e i fetenti, questi sono fetenti. Basta

QUICKMAP