Mare, quanto mi costi: prezzi e tariffe per un tuffo in costiera sorrentina

Marina di Aequa - Vico Equense
di Ilenia De Rosa

7
  • 1582
Spiagge racchiuse da costoni rocciosi dove l’acqua riflette il verde della montagna. Luoghi spettacolari in cui la natura si incontra con la storia. Difficile resistere al fascino della costiera. Ma quanto costa fare un bagno in penisola sorrentina? Davvero pochi gli spazi liberi che non richiedono alcun ticket, dove chi vuole può stendere il telo, prendere il sole e fare un tuffo a costo zero. Molti gli stabilimenti privati i cui prezzi variano a seconda della location e dei servizi offerti. Tante anche le differenze nel modo di recepire la legge regionale che stabilisce l’accesso gratuito alla spiaggia ai minori di 12 anni.
 

Nel tratto di costa compreso tra Vico Equense e Sorrento i lidi privati sono oltre venti. Si comincia con «Il Bikini» dove l’ingresso con il lettino costa 20 euro a persona, più 10 se si chiede anche l’ombrellone (non pagano i minori di 12 anni). Prezzi alle stelle al «Capo La Gala»: 85 euro a persona, incluso anche cabina e parcheggio auto. Si continua con lo «Scrajo mare» dove paga 20 euro chi vuole entrare e prendere il lettino, 16 la sdraio, più 7 l’ombrellone e dove il costo dell’ingresso per i bambini dai 6 agli 11 anni è di 5 euro, per quelli dai 12 ai 17 anni 7 euro. Alla Marina di Vico, presso lo stabilimento «Antico Bagno» il listino prezzi prevede 7 euro solo l’ingresso, 8 il lettino, 7 l’ombrellone (per i bambini vi è un ticket di 3 euro per la fruizione dei servizi). Per avere un po' di spiaggia libera bisogna arrivare alle «Postali»: una porzione ristretta di spiaggia dove poter stendere il telo e 1320 metri quadrati destinati alla colonia per anziani. Gli altri spazi sono stati dati in concessione dall’ente comunale, che ha stabilito tariffe fisse per i residenti: 1,50 euro per la sdraio, 3 euro lettino, 2 per l’ombrellone, 6 per la cabina e 50 centesimi per la doccia calda. Poi lo stabilimento «Sporting», accessibile soltanto con l’ascensore, la cui discesa con l’ingresso alla spiaggia costa 7 euro per gli adulti, 3 per i bambini dai 4 ai 12 anni. Qui i prezzi di ombrelloni e lettini variano a seconda del posto in spiaggia: in prima fila sdraio 7 euro (5 euro dietro), lettino 10 euro (8 le altre file), ombrellone 8 (6 dalla seconda alla quinta fila). Anche la zona del «Pezzolo» è quasi interamente data in concessione, con una piccola area ancora libera. Dopo i più economici stabilimenti «Torretta», «Bagno Linda», si arriva alle «Axidie» dove chi vuole il posto in spiaggia con ombrellone e lettino paga 25 euro a persona, se preferisce la piscina 23 euro. Qui i minori di 12 anni possono accedere gratuitamente solo se i genitori firmano una «liberatoria», come spiegano all’ingresso. Poi il nuovo stabilimento «Murrano mare» e l'affollatissima «Calcare», dove gran parte del litorale è stato dato in concessione mentre solo una piccola zona è rimasta libera.

Fare un bagno diventa più economico a Meta, dove esistono anche porzioni di arenile lasciate completamente libere. Più accessibili i tariffari degli stabilimenti. Presso quella che viene definita spiaggia grande, la media dei prezzi è di 4 euro per l’ingresso, 4 la sdraio, 5 il lettino, 5 l’ombrellone. Ancora più bassi nel lato Alimuri: ingresso 3 euro, sdraio 4, lettino 5, ombrellone 5. Qui i minori di 12 anni non pagano e i residenti pagano la metà. Più ristretti gli spazi a Piano di Sorrento e Sant’Agnello dove, comunque, si affiancano stabilimenti e qualche zona libera. Cinque i lidi a Marina di Cassano dove in media l’ingresso costa 3 euro, 6 euro con il lettino, 4 l’ombrellone e non è previsto nessun ticket per i bambini. A «La Marinella», Sant'Agnello, il tariffario prevede: ingresso spiaggia 5 euro, ingresso più lettino 10 euro fino al venerdì e 15 nel weekend, 4 euro l’ombrellone nei giorni infrasettimanali e 5 euro nel weekend.

Nella rinomata Sorrento i prezzi variano a seconda degli stabilimenti. Presso la spiaggia di San Francesco sono tre i lidi balneari al momento attivi, con una piccola porzione di spiaggia libera. Al «Leonelli’s Beach» l’ingresso con il lettino costa 13 euro, con sdraio 11, ai quali vanno aggiunto 6,50 euro se si vuole anche l’ombrellone. Al «Marameo» ingresso con lettino 16 euro, con sdraio 12, costo dell’ombrellone 6 euro. Presso i «Bagni Salvatore», ingresso con lettino 12 euro, 9 se ci si accontenta della sdraio, più 5 se si richiede anche l’ombrellone. A Marina Grande il più economico è «Zi’ Ntonio Mare» dove la sdraio costa 5 euro, il lettino 7, l’ombrellone 5. Ai «Bagni Sant’Anna» sdraio 8, lettino 10, ombrellone 5. Al «Delfino» l’ingresso con il lettino costa 13 euro, più 5 se si chiede anche l’ombrellone. Infine «Tony’s Beach»: ingresso 2,50 euro, sdraio 4, lettino 13, ombrellone 3.

Poi, proseguendo, c’è la «Tonnarella», dove la sdraio costa 7 euro, il lettino 10 e l’ombrellone 7 e l’incantevole spiaggia dei «Bagni della Regina Giovanna» dove natura, archeologia e storia si fondono in un unico bellissimo spettacolo. Qui gli spazi sono liberi, vi è un solo stabilimento dove l’ingresso costa 7 euro, la sedia 10 e il lettino 13. In tutti gli stabilimenti di Sorrento sono previste agevolazioni per i residenti.

E i turisti non hanno dubbi: «Venire al mare in costiera sorrentina è caro: le spiagge libere sono pochissime e quelle private hanno prezzi eccessivi».
Sabato 12 Agosto 2017, 09:30 - Ultimo aggiornamento: 9 Agosto, 16:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2017-08-12 19:55:15
bravi e ladroni stanno in tutti i posti, e cerchiamo di non mischiare la lana con la seta, altro che cilento........
2017-08-13 11:46:44
andate all'estero a da natalia, napoli e dei napoletani veri
2017-08-12 10:49:20
Vergogna!!!! Fossi uno straniero andrei mille volte altrove!!!! Smettiamola con questa mafia del mare!!!! il mare è e deve essere di tutti!!!! Sono stato in Sicilia, Sardegna, Grecia e Croazia le strutture attrezzate esistono ma occupano meno del 50% delle spiagge rispetto alle spiaggie libere!!!!
2017-08-12 21:40:51
Dovremmo andare tutti in vacanza all'estero ! Per me va anche bene che non ci siano spiagge libere... ma i prezzi dovrebbero essere ragionevoli e magari anche regolamentati dalle istituzioni. E' il solito scempio italiano. In Grecia su spiagge da sogno non ho mai pagato più di 8 euro per due lettini e un ombrellone. Meriterebbero che tutti snobbassimo il nostro paese...solo così forse cambierebbe qualcosa.
2017-08-13 09:58:50
Il Cilento viene salvato solo dal fatto che per i pendolari napoletani del mare è difficilmente raggiungibile, altrimenti vedreste che roba. La penisola sorrentina è cara ? Forse, ma la bellezza, l'ordine e la pulizia si pagano.

QUICKMAP