Unicredit: dagli investitori forte interesse sull'Italia

I 160 investitori, per 2/3 stranieri, che partecipano alla Italian Investment Conference 2018 di Unicredit, che incontrano tra oggi e domani 53 società italiane quotate in Borsa, dimostrano «un forte interesse» sul Paese. Lo afferma Olivier Khayat, responsabile assieme a Gianfranco Bisagni del Corporate and Investment Banking di UniCredit. La mole di investimenti richiesti per colmare il fabbisogno infrastrutturale italiano, stimabile in 250 miliardi di euro - ha osservato Alfredo De Falco, responsabile Cib Italia di Unicredit - richiede un utilizzo più efficiente dei fondi pubblici europei e nazionali, l'individuazione di un numero limitato di progetti prioritari, un maggior utilizzo del sistema delle garanzie e infine un maggior coinvolgimento di capitali privati». Le infrastrutture - ha concluso - stanno diventando una componente importante nel portafoglio degli investitori globali, con risorse a disposizione dei gestori dei fondi pari a 160 miliardi di dollari a fine 2017.
Mercoledì 16 Maggio 2018, 14:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP