Statali, con i primi aumenti "una tantum" degli arretrati

L'ingresso del ministero dell'Economia
4
  • 317
Mercoledì riparte la trattativa per il contratto degli statali, per il rinnovo 2016-2018. In ballo aumenti da 85 euro mensili, stanziati nella manovra che "salva" anche il bonus Renzi, come garantito dalla ministra della P.A, Marianna Madia. L'obiettivo è caricare la prima tranche sulle buste paga dei primi mesi del 2018. Ma i dipendenti pubblici
hanno già maturato gli arretrati 2016 e 2017. Con i primi aumenti sullo stipendio arriverà quindi anche una voce "una tantum", che ristorerà gli scatti del biennio. Dote a cui si aggiungeranno gli 85 euro concordati dal prossimo anno.
Sabato 4 Novembre 2017, 16:39 - Ultimo aggiornamento: 05-11-2017 14:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-11-04 20:11:29
Allora..che votassero una volta all'anno :)
2017-11-04 19:25:01
E' penoso, molto penoso leggere queste notizie e questi ridicoli articoli giornalistici. Si ha il coraggio di parlare anche di arretrati, una tantum e via dicendo. Ma ci pensate che sono 8 (otto!) anni che non ricevono un aumento e che hanno continuato a campare con gli stipendi che ricevevano nel 2009? E' da un paio di anni che si parla continuamente di questi 85 euro. Tutto fumo negli occhi di un aumento irrisorio e contro la legge. Infatti, se ci fosse un giudice a Roma, tutto ciò dovrebbe finire a processo con conseguente condanna dei politici che amministrano la cosa pubblica. L'unica pena degna per loro è l'impiccagione sulla pubblica piazza, senza cappuccio. E' questo che auguro loro, che hanno finito di rovinare questo sciagurato paese che è l'Italia. piena di corrotti e di corruttori.
2017-11-04 17:53:11
un applauso di incoraggiamento alla ministra. Si parla di questi 85 euro da almeno 4 anni.
2017-11-04 17:39:56
si avvicina il voto e il pd distribuisce soldi.

QUICKMAP