Padoan: «Dalla commissione Ue via libera alla flessibilità per l'Italia»

Il ministro Padoan con il commissario europeo Moscovici
Via libera della Commissione europea alla richiesta italiana di poter fruire, anche per il 2018, di ulteriori margini di flessibilità di bilancio. Lo ha annunciato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al termine della riunione Ecofin di Lussemburgo. «L'Italia ha chiesto e ottenuto per il 2018 un aggiustamento strutturale del bilancio dello 0,3% del Pil invece dello 0,6%» ha detto Padoan aggiungendo che specificando poi che l'esecutivo di Bruxelles ha preso nota della decisione italiana di procedere con uno «sconto» sulla correzione del deficit nel 2018 e «non ha avanzato alcuna obiezione».

Il responsabile del'Economia, a proposito della discussione sulla discrezionalità della Commissione europea nella valutazione dei bilanci pubblici, ha ricordato che «le posizioni dei ministri non sono state sempre coincidenti». Per quanto riguarda l'Italia ha detto di ritenere «che la Commissione europea abbia posto la questione della flessibilità con estrema tempestività, con una visione di contesto più ampio di convergenza delle economie che sono uscite tutte dalla crisi ma nelle quali ci sono diverse posizioni cicliche con diversi impatti sulle finanze pubbliche».
Martedì 10 Ottobre 2017, 15:09 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2017 18:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP