Fisco e bollette, ecco cosa cambia: le novità nel ddl bilancio all'esame della Camera

Fisco e bollette, ecco cosa cambia: le novità nel ddl bilancio all'esame della Camera
ARTICOLI CORRELATI
Modifica della riforma delle pensioni, con l'estensione della platea di lavoratori che potrà utilizzare le attuali regole; riduzione del super ticket nelle regioni che saranno disposte a contribuire allo sconto; fondo di ristoro per i risparmiatori danneggiati dalle banche; web tax al 6% a partire dal 2019; mini milleproroghe e pacchetto enti locali. Sono le principali novità che si vanno ad aggiungere al ddl bilancio, dopo il primo passaggio parlamentare al Senato.

Altre arriveranno alla Camera, dove il provvedimento è atteso per la seconda lettura. Montecitorio dovrà risolvere prima di tutto il problema politico, nato con il bonus bebè, che in teoria tutti vorrebbero per i primi tre anni di vita del bambino ma, in pratica, al momento vale solo per i primi 12 mesi.

LEGGI ANCHE Il decreto fiscale è legge. Dalle bollette alla rottamazione, stalking e vaccini: tutte le misure

Ieri inoltre ha avuto il via libera definitivo del Parlamento il decreto fiscale che prevede: rottamazione delle cartelle fiscali; studenti under 14 a casa da soli; estensione dello split payment; ritorno delle bollette telefoniche a 30 giorni; ampliamento della golden power; proroga dei termini per le procedure su Alitalia; sterilizzazione di una quota degli aumenti Iva previsti per il prossimo anno.

Il dl collegato al ddl bilancio destina 1,2 miliardi di risorse, nel biennio 2018-2019, alla disattivazione delle clausole di salvaguardia, a cui si aggiungono altri 185 milioni nel biennio, che vanno a finanziare le altre misure. Grazie al provvedimento vengono inoltre ammessi gli enti del terzo settore al credito d'imposta per gli investimenti pubblicitari; mentre un importante pacchetto di norme interviene in tema di calamità naturali, sia con disposizioni di favore fiscale che con stanziamento di risorse e con norme volte a dare priorità agli investimenti per finalità di ricostruzione e messa in sicurezza. Novità in arrivo anche per le imprese. Sono inoltre previsti interventi rivolti a temi specifici, come il principio dell'equo compenso per i professionisti nei rapporti con clienti diversi dai consumatori.
Venerdì 1 Dicembre 2017, 10:12 - Ultimo aggiornamento: 01-12-2017 10:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP