Oltre 200 contatti al Boot di Dusseldorf per Marina d’Arechi,
il porto salernitano piace ai Paesi dell’Europa continentale

È un asse diretto Salerno-Germania quello che si sta realizzando nel comparto della nautica da diporto. È terminata con un obiettivo preciso per il 2018 la partecipazione di Marina d’Arechi al Boot di Dusseldorf, il salone internazionale della nautica di lusso e sportiva: l’anno appena iniziato per l’infrastruttura salernitana sarà dedicato a un’apertura sempre maggiore sui mercati internazionali.
 
E le prime risposte positive sono già arrivate in occasione del salone tedesco. Sono stati circa 200 i contatti attivati dalla società appartenente al gruppo Gallozzi. Il 95 per cento dei quali provenienti dall’intero territorio tedesco, un mercato quanto mai fertile per il diporto turistico di lusso. Oltre alla Germania, i mercati particolarmente interessati ai servizi offerti all’interno dell’infrastruttura salernitana sono quello inglese - confermato dagli oltre 100 contatti arrivati durante il London Boat Show di metà gennaio-quello svizzero, quello austriaco e quello olandese. In pratica l’intero “bacino” del’Europa continentale guarda a Salerno, e al Marina d’Arechi come meta turistica da scegliere per la imminente stagione estiva.
 
È, dunque, più che positivo il bilancio fatto dai vertici di Marina d’Arechi per la partecipazione al Boot. Il salone internazionale di Dusseldorf, quest’anno, ha contato 1.923 espositori provenienti da 68 Paesi diversi che hanno presentato yachts, imbarcazioni e accessori per le attività sportive che si svolgono in acqua. Oltre, ovviamente, a contare la presenza di altre 10 infrastrutture da tutta Italia, da La Spezia a Marsala e alla Sardegna. Passando, ovviamente, per Marina d’Arechi. La squadra di Mda, però, è già pronta ad affrontare un nuovo confronto, questa volta con il mercato italiano: il 10 febbraio si partirà, infatti, per Napoli e per l’edizione 2018 del Nauticsud.
Venerdì 2 Febbraio 2018, 19:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP