Istat, cresce la disoccupazione: a maggio +11,3%. Male i giovani: il 37 per cento senza lavoro

Il tasso di disoccupazione è risalito a maggio all'11,3%, in aumento di 0,2 punti percentuali dopo il calo di aprile. Secondo i dati comunicati dall'Istat a maggio 2017 l'Istat ci sono stati 51 mila occupati in meno rispetto ad aprile e 141 mila in più rispetto a maggio 2016. È il primo calo congiunturale dopo 8 mesi. Risultano in aumento da aprile solo gli occupati ultracinquantenni e i dipendenti con contratti a termine.
Cresciuto anche il tasso di disoccupazione giovanile, che sale al 37% con un incremento di 1,8 punti da aprile.  Rispetto ad aprile ci sono 25 mila 15-24enni in più in cerca di occupazione.
Lunedì 3 Luglio 2017, 10:27 - Ultimo aggiornamento: 04-07-2017 02:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-07-03 17:19:31
ok, vi faccio contenti. farò esattamente come il winston di "1984" di orwell. NON E' VERO che solo 48 ore fa ho letto SU QUESTO SITO che matteo parlava di 1.000.000 di psoti di lavoro raggiungibili. anzi, matteo NON LO HAI MAI DETTO e sono io che l'ho sognato. non è vero che gli esperti economici e politici del mattino (e non solo) i dati economici negativi non li commentato mai. lo fanno sempre ma sono io accecato dal bispensiero e dallo psicoreato nego che esistano tali articoli. VA BENE COSI?
2017-07-03 17:10:05
come al solito, c'è un assordante silenzio. quello degli scienziatoni politici ed economici del mattino (e non solo) che di fronte a tali dati perdono voce e funzionalità dei polpastrelli. non solo: nessuno di costoro che, pur essendo pagati per farlo, si azzardi a fare a quel tale che ha detto "se perdo lascio la politica" la domandina facile facile che a chiunque verrebbe in mente: ma non avevi detto solo 48 ore fa che si puntava al milione (dicesi 1.000.000) di posti di lavoro in più nell'ultimo anno? ps. sarei curioso di sapere come si considera LUI, ossia matteo "se perdo lascio la poltica" renzi statisticamente parlando: a conti fatti, dovrebbe rientrare nella categoria "in cerca di prima occupazione" ....
2017-07-03 14:50:02
come al solito, c'è un assordante silenzio. quello degli scienziatoni politici ed economici del mattino (e non solo) che di fronte a tali dati perdono voce e funzionalità dei polpastrelli. non solo: nessuno di costoro che, pur essendo pagati per farlo, si azzardi a fare a quel tale che ha detto "se perdo lascio la politica" la domandina facile facile che a chiunque verrebbe in mente: ma non avevi detto solo 48 ore fa che si puntava la milione (dicesi 1.000.000) di posti di lavoro in più nell'ultimo anno? ps. sarei curioso di sapere come si considera LUI, ossia matteo "se perdo lascio la poltica" renzi statisticamente parlando: a conti fatti, dovrebbe rientrare nella categoria "in cerca di prima occupazione" ....
2017-07-03 13:18:02
Come diceva il gelataio mannaro? Ah si...questa è "La volta buona". Se poi aggiungiamo che vengono calcolati come lavoratori anche quelli che fanno mezza giornata al mese, beh capite che non siamo messi proprio bene bene. P.S. Sarei curioso di comparare le statistiche occupazionali di Italia e Germania dall'ingresso dell'euro in poi. Chi mi aiuta?

QUICKMAP