«Incontri con la Banca d’Italia», primo seminario a Napoli sulla supervisione sulle banche

  • 13
«Incontri con la Banca d’Italia» è un’iniziativa dedicata ai cittadini, che mira ad accrescere presso il grande pubblico la conoscenza della banca centrale italiana, dei suoi compiti e delle sue funzioni, anche in riferimento a temi economici di attualità. 

Il nuovo progetto itinerante  prevede un ciclo di quattro incontri che si sposterà su tutto il territorio nazionale, partendo a settembre da Milano, Torino, Firenze, Napoli e Bari per poi approdare anche a Roma, Ancona, Bologna, Catania, Palermo, Venezia e Trieste (altre città potranno aggiungersi in seguito).

Ciascuna filiale partecipante ospiterà tutti e quattro i moduli, dedicati rispettivamente alla stabilità nel settore finanziario e alla tutela del consumatore dei servizi bancari e finanziari; all’innovazione nel sistema dei pagamenti, FinTech e cryptoasset; alle statistiche e all’analisi dell’economia internazionale e nazionale; alla politica monetaria e alla stabilità del valore della moneta.

Nel corso degli incontri, esponenti della Banca d’Italia interagiranno con esperti esterni, con rappresentanti dei media e con il pubblico in sala. La struttura prevede – accanto alle “classiche” presentazioni e tavole rotonde – anche la proiezione di filmati, l’utilizzo di infografiche e un’interazione diretta tra relatori e pubblico realizzata con il supporto di un’app sviluppata per l’occasione.

«Incontri con la Banca d’Italia» nasce con l’obiettivo di porre le cittadine e i cittadini in contatto diretto con l’Istituzione e con i suoi esperti, favorendo la comprensione di funzioni e obiettivi della banca centrale anche attraverso l’adozione di un linguaggio accessibile, il ricorso a materiali multimediali e strumenti interattivi, il coinvolgimento diretto dei media nazionali e locali.

L’iniziativa va ad affiancare le altre esperienze di comunicazione diretta, inclusiva e dialogica intraprese negli ultimi anni dalla banca centrale italiana: l’apertura all’interazione su Twitter (con due account, dedicati rispettivamente ai giornalisti e al pubblico generale) e su LinkedIn, la più recente pubblicazione del libro intitolato «La Banca d’Italia – Funzioni e obiettivi», che descrive in un linguaggio semplice gli obiettivi della Banca centrale, che cosa fa e come il suo lavoro sia importante per la vita quotidiana dei cittadini.
 
Il primo degli Incontri a Napoli - in programma giovedì 27 settembre presso la sede di Napoli della Banca d’Italia con inizio alle 15.30 – è dedicato al tema della vigilanza sulle banche, un’attività complessa e articolata, necessaria per garantire la stabilità e l’efficienza del sistema finanziario. «In questo incontro - recita la nota diffusa da Bankitalia - racconteremo come funziona nella pratica la supervisione sulle banche, illustreremo i meccanismi per la gestione delle crisi, racconteremo gli strumenti e le attività che le istituzioni mettono in campo per promuovere – anche attraverso l’educazione finanziaria – la tutela dei consumatori di servizi bancari e finanziari». 
 
Interverranno: Antonio Cinque, direttore della Sede di Napoli della Banca d’Italia; Ciro Vacca, capo del servizio supervisione bancaria 1 della Banca d’Italia; Roberto Cercone, vice capo dell’unità di risoluzione e gestione delle crisi della Banca d’Italia; Magda Bianco, capo del servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio della Banca d’Italia; Giuseppe Leonardo Carriero, presidente del collegio dell’Arbitro bancario e finanziario di Napoli; Saverio Simonelli, docente di Economia Politica presso l’Università Federico II di Napoli, e Stefania Tamburello, giornalista. Moderano Federico Monga, direttore de Il Mattino, e Paola Ansuini, responsabile comunicazione della Banca d’Italia. 
Mercoledì 26 Settembre 2018, 14:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP