Fisco, Ruffini: dalle verifiche sugli immobili 111 milioni in otto mesi

Gli accertamenti effettuati dall'Agenzia delle Entrate in ambito immobiliare al 31 agosto 2017 hanno interessato circa 300.000 unità urbane, con un incremento della rendita complessiva, per le unità controllate, pari a circa 111 milioni di euro. Sono i dati forniti dal direttore, Ernesto Maria Ruffini, nel corso di un'audizione alla Commissione bicamerale sull'Anagrafe tributaria.

Ruffini ha evidenziato l'importanza di una banca dati immobiliare completa, «indispensabile» per il contrasto all'evasione fiscale nell'accertamento sintetico del reddito; nell'accertamento della corretta tassazione degli affitti da
fabbricati; nel controllo della sussistenza dei requisiti per la fruizione della «cedolare secca» e dell'agevolazione «prima casa».

Oltre all'attività di accertamento «corrente» sulle rendite proposte per nuovi accatastamenti o per dichiarazioni di
variazione, che ha portato appunto a 300.000 controlli nei primi 8 mesi dall'anno, l'Agenzia svolge anche «un'attività
periodica»: sui cosiddetti «immobili fantasma», sulla revisione dei classamenti, sulle nuove costruzioni e infine sugli
«immobili rurali».
Mercoledì 8 Novembre 2017, 12:54 - Ultimo aggiornamento: 08-11-2017 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP