Finti poveri e Isee truccati: a rischio la platea del reddito di cittadinanza

di Umberto Mancini

  • 81
Al ministero del Lavoro sono preoccupati. Sul tavolo del vice premier Luigi Di Maio c'è infatti il dossier della Guardia di Finanza sui finti poveri, i possibili destinatari del reddito di cittadinanza. I dati dei controlli delle Fiamme Gialle destano grandi perplessità, perché i militari hanno scovato sei finti poveri ogni dieci verifiche. Finti poveri che hanno falsificato l'Isee per ottenere le prestazioni sociali agevolate o che, avendo un lavoro in nero e quindi delle entrate, non avrebbero dovuto aver accesso ai ticket sanitari gratuiti. Solo nella prima metà del 2018 le prestazioni sociali agevolate frutto di «indebite richieste» hanno sfiorato il 40%, mentre quelle per ottenere i ticket sanitari superano il 93%. Insomma, tanti furbetti che falsificano i dati sul reddito, fingendosi bisognosi, pur di avere il sussidio pubblico.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 1 Dicembre 2018, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 01-12-2018 14:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP