Bonus-cultura per sempre, 500 euro ai 18enni

di Cinzia Peluso

0
  • 836
Non solo la dichiarazione dei redditi. Anche la dichiarazione Iva sarà precompilata. Per commercianti, artigiani, professionisti e piccole imprese la possibilità sarà legata, però, alla fatturazione elettronica che partirà gradualmente da luglio e punterà a rendere più efficace la caccia agli evasori. È questa una delle principali novità che emergono dalla legge di bilancio. La bozza approvata lunedì da Palazzo Chigi così prende forma. E dal cappello a cilindro della manovra economica spunta un bonus cultura da 500 euro per i diciottenni, che sarà stabile negli anni. Anche lo sconto fiscale sugli affitti calmierati, cioè la mini-cedolare secca al 10% sugli affitti a canone concordato sarà per sempre. Viene rinviata, poi, di un anno l'Iri, la tassa al 24% per ditte individuali e società di persone. Il Fisco diventerà invece più esoso nei confronti dei titolari di polizze vita. Una sorta di minipatrimoniale, con un bollo del 2 per mille, le renderà meno convenienti. Un'imposta che avrebbe garantito incassi all'Erario per quasi 2 miliardi. Infine, tra le novità della Pa, l'aumento degli stipendi agli ottomila presidi. Sarà di 400 euro netti in più al mese per tutti. Non verrà legato, infatti, alla parte variabile dello stipendio collegata al risultato. Molto probabilmente, come anticipato ieri dal Mattino, sarà invece il collegato fiscale a occuparsi della modifica della fatturazione a 28 giorni delle bollette telefoniche. L'ipotesi è stata confermata dal ministro Calenda. Solo nel caso «la misura non sia puramente ordinamentale» sarà inserita nella legge di Bilancio.

Per rendere più efficace la caccia ai furbetti del Fisco la fatturazione elettronica sarà avviata a luglio del 2018. Si partirà con due operazioni a rischio, la vendita di benzina e gasolio per alimentare i motori, e i subsubappalti nel settore degli appalti pubblici. Nel primo caso, la forte diffusione delle frodi rende urgente la tracciabilità di tutti i passaggi che accompagnano la circolazione di carburanti sul mercato. La e-fattura diventerà obbligatoria negli scambi tra privati dal 2019. La dichiarazione Iva precompilata sarà quindi basata sui dati della fatturazione elettronica. L'Agenzia delle Entrate predisporrà la bozza di dichiarazione Iva (ma anche quella dei redditi) con i relativi prospetti e calcoli, ma anche i prospetti periodici di liquidazione Iva e le bozze dei modelli F24 di versamento (anche con le compensazioni). La misura non riguarderà le grandi società, che ovviamente hanno una contabilità complessa, ma il cosiddetto popolo delle partite Iva.

Per quanto riguarda i canoni di locazione calmierati la mini cedolare secca al 10% (invece del 21%), che sarebbe scaduta nel 2018, viene invece stabilizzata. Soddisfatti i proprietari, che chiedono comunque di estendere lo sconto ai locali commerciali. «In questo modo si darebbe al settore quel segnale di attenzione di cui necessita per sviluppare al meglio il suo ruolo di propulsore della crescita», sottolinea il presidente Giorgio Spaziani Testa.
Intanto, si chiarisce anche uno dei capitoli principali della legge di bilancio, il bonus-assunzioni per i giovani. Sarà portabile, nel senso che se non verrà utilizzato per tutti e tre gli anni alla prima assunzione, non si perderà per altre successive, nonostante l'innalzamento dell'età.

E, sempre in tema fiscale, la nuova Agenzia Entrate-Riscossione potrà mettere all'asta i crediti fiscali della vecchia Equitalia. Si parla infatti di cessione pro-soluto, con procedura di evidenza pubblica da adottarsi entro fine marzo, di crediti per cui è già partita la procedura di incasso, relativi al 2000-2010. Il prezzo di cessione non potrà essere inferiore a 4 miliardi 86 milioni.
Giovedì 19 Ottobre 2017, 11:17 - Ultimo aggiornamento: 19-10-2017 16:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP