Il monito di Bankitalia: pensioni,
no a rinvii sugli scatti di anzianità

2
  • 32
«Nel lungo periodo la sostenibilità delle finanze pubbliche poggia in larga misura sulle riforme pensionistiche introdotte in passato, che assicurano una dinamica della spesa gestibile nonostante l'invecchiamento della popolazione. È importante non fare passi indietro». Così il vice direttore generale della Banca d'Italia Luigi Federico Signorini nell'audizione davanti le commissioni congiunte Bilancio di Camera e Senato a Palazzo Madama. La necessità di mantenere, preservare, difendere l'equilibrio pensionistico« di lungo periodo «è una priorità assoluta», aggiunge Bankitalia. «Questo non vuol dire che non ci possano essere aggiustamenti sui singoli casi» ma «l'importante è preservare la stabilità complessiva», rileva ancora Signorini.
Martedì 7 Novembre 2017, 12:16 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2017 19:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-07 18:54:24
notare bene (cito): "Questo non vuol dire che non ci possano essere aggiustamenti sui singoli casi". sono veramente commosso da cotanta compassione e comprensione. solo che: ADESSO I DIRITTI SONO DIVENTATI CARITA' ?
2017-11-07 18:46:03
mi sembra proprio il caso di ricordare a "lor signori" (nell'accezione che fortbraccio dava al termine in decenni andati) cosa diceva un loro collega un tantino più autorevole di loro: "nel lungo periodo, lu'nica cosa certa è che saremo tutti morti". ahò, era john maynard keynes, mica trotzky.

QUICKMAP