«Il degrado soffoca piazza Cavour
a 20 metri dal Museo di Napoli»

«Il degrado che da mesi soffoca piazza Cavour  è vergognoso. A soli 20 metri dal Museo Nazionale, dalla galleria Principe e dall’antica Porta San Gennaro, lo spettacolo di abbandono e sciatteria che accompagna i cittadini e i  turisti è un pugno nello stomaco all’immagine culturale della città. La storica fontana del Tritone (detta delle Paparelle) opera di Carlo De Veroli non solo è diventata una discarica, ma anche il passatempo per bande di vandali in cerca di trasgressione distruttiva. Hanno perfino  smantellato un pezzo di balaustra in pietra e spaccato l’imbocco dello scarico sul fondo della vasca. Tutto intorno  alla fontana c’è un degrado spaventoso, imputabile  soprattutto alla mancanza di manutenzione del verde. È bene precisare che gli operatori ecologici fanno il loro lavoro, dunque lo spazzamento dei viali c’è. È il senso civico che manca! I giardini sono desertificati, pieni di buche  e disseminati di escrementi, le fontanine che a febbraio sembravano in fase di recupero (furono anche dipinte) , sono tornate a fare le pattumiere e i bagni pubblici sono OFF LIMITS. Ci sono circa 30 quadroni gommati antiurto del parco giochi che saltati dalla pavimentazione ora sono sparpagliati in lungo e in largo tra quello che resta delle giostrine, con grave pericolo per i bambini. La piazza è anche ritrovo per senza fissa dimora, alcolizzati e extracomunitari  senza lavoro, che depositano le masserizie tra gli alberi e su uno dei terrazzini della nuova metro.  Prima che questa bomba igienico sanitaria e sociale esploda».
Patrizia Bussola portavoce del Comitato Diritti Essenziali
Comitato Diritti Essenziali
Giovedì 5 Ottobre 2017, 14:14 - Ultimo aggiornamento: 05-10-2017 14:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP