Napoli, visita guidata nelle piazze simbolo del seicento partenopeo

Visita guidata nella zona di piazza Mercato
di Irene Saggiomo

“Mamma d’o Carmine, peste, devozione e rivoluzione”, è il titolo della visita guidata in programma per sabato mattina alla scoperta delle due piazze, del Carmine e Mercato, più rappresentative del seicento napoletano. Ma sia chiaro che l’esclamazione Mamma d’o Carmine, anche se nomina la Madonna, non è un insulto, è come dire “mamma mia”: nessuno insulterebbe la propria madre, soprattutto a Napoli.

Allora con queste premesse, l’associazione culturale Curiosity Tour ha organizzato una visita nei luoghi simbolo delle sommosse popolari, dei morbi e delle sentenze capitali: dalla rivoluzione di Masaniello al breve esperimento della repubblica napoletana, dalle decapitazioni del 1799 dei filo-giacobini e del piccolo Corradino di Svevia, passando per la grande peste del 1656, le due piazze, con le loro chiese, sono state protagoniste di questi episodi che hanno segnato una delle epoche più significative della storia di Napoli.

Tutto questo e molto altro verrà raccontato durante il tour, che partirà dalla chiesa di San Giovanni a Mare, che nel medioevo era annessa ad un ospedale, continuerà nella chiesa gotica di Sant’Eligio Maggiore, e proseguendo per la basilica barocca di Santa Maria del Carmine, dove storia, leggenda e devozione popolare si intrecciano, terminerà in via Egiziaca a Forcella, innanzi alla fontana della Scapigliata. Con un po' d’impegno, riuscendo a superare la vista del degrado della zona, si scoprirà che il quartiere del Mercato, è uno scrigno di tesori importanti e anche simbolici. L’appuntamento è alle dieci davanti alla chiesa di Sant’Eligio Maggiore, per partecipare bisognerà telefonare ai numeri 3292885442 – 3711300813, per altre informazioni si dovrà scrivere un’email a curiositytour@gmail.com.
 
 
Mercoledì 8 Novembre 2017, 16:53 - Ultimo aggiornamento: 08-11-2017 16:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP