Januaria, una notte al Museo del Tesoro di San Gennaro

Tesoro di San Gennaro, nartea
di Antonella Ambrosio

Iniziative collaterali all'attesissimo giorno che celebra il Santo Patrono di Napoli. Sacro e profano si mescoleranno nella serata del 16 settembre per "Januaria – Una notte al Museo del Tesoro di San Gennaro". Organizzata dall'associazione Nartea la visita teatralizzata in quello che viene considerato il museo con il tesoro del Santo Patrono, tra i più opulenti e in grado di competere con quello della corona inglese. 

Ad accompagnare gli ospiti, oltre alla guida, ci saranno gli attori Valeria Frallicciardi e Peppe Romano, che si faranno interpreti di aneddoti e misteri connessi al culto del santo più venerato al mondo; testi e regia di Febo Quercia. Sarà proprio una parente del santo, Eusebia Januario, discendente di colei che ne conservò il sangue nelle ampolle, a guidare il pubblico alla scoperta del magnifico tesoro, per lasciare poi il passo e la parola a Giuseppe Navarra, detto il re di Poggioreale, famoso per aver recuperato alla città di Napoli il tesoro stipato in Vaticano, allo scoppiare della seconda guerra mondiale.

Tra quei gioielli, si annoverano la celebre mitra gemmata dell’orafo Matteo Treglia, composta da 3694 pietre preziose e realizzata nel 1713 su commissione della Deputazione di San Gennaro; la leggendaria collana da fare invidia alla corona inglese, in oro e argento, fatta da Michele Dato nel 1679 e arricchitasi fino al 1879 di varie pietre con le donazioni di regnanti di tutta Europa. E ancora, i doni preziosi fatti recapitare al santo da Napoleone, da Papa Pio IX e da Re Umberto I e Margherita di Savoia. Il primo turno partirà alle ore 19.00. Al termine dell'evento è prevista una degustazione di vino campano. Costo del biglietto, 15 euro. Info e prenotazioni al 339 7020849 o 333 3152415.
Giovedì 14 Settembre 2017, 19:12 - Ultimo aggiornamento: 14-09-2017 19:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP