Arte, musica e poesia:
a Sapri la prima edizione di Derive

Dal 21 al 23 luglio, Sapri ospiterà la prima edizione di Derive, progetto sperimentale di arte, musica e poesia ideato da Antonio Oriente. Un evento previsto dal Progetto “In/fingimenti – della materia dei sogni”, realizzato dal Comune di Sapri in partnership con la Soprintendenza dei Beni Archeologici di Salerno e finanziato dalla Regione Campania.

Con una trama di eventi declinata in tre sezioni – Arte curata da Antonio Oriente, Musica curata da Jam Factory e Poesia da Giuliano Maroccini - Derive si rapporta ai luoghi e al tempo in una prospettiva asimmetrica, attraverso un progetto corale basato sulle dissolvenze incrociate tra permanente ed effimero. Derive invita a perdersi e poi ritrovarsi, come flâneur odierni, nei cortocircuiti fra nuovo e antico. Contemporaneo è ciò che non collima con il proprio tempo ma ne infrange il ritmo, lo porta alla deriva. La realtà si trova all’incrocio di più percorsi: i paesaggi della contemporaneità sono luoghi dai limiti oscillanti dove si compenetrano pieno e vuoto, solido e trasparente, minerale e digitale.
 
Derive nasce sul mare, nella zona Santa Croce, un’area in cui si stratificano archeologia e architettura neogotica. E proprio dall’acqua prenderà forma la collaborazione tra Edoardo Tresoldi - tra i 30 artisti europei più influenti secondo la rivista Forbes - e Iosonouncane che, reduce dal Primavera Sound Festival, approda a Derive con una composizione originale nella sua unica data 2017 nel Sud Italia.
 
A pochi metri, sulla spiaggia Santa Croce, sarà la volta delle sonorità eclettiche dei newyorkesi Nerve di Jojo Mayer nella loro unica data italiana, il dj set sciamanico di Demonology Hifi, direttamente dai Subsonica, e l’elettronica raffinata della rivelazione Inude.
 
Massimo Uberti genererà nuove architetture luminose con “Essere spazio”, opera permanente sulle rovine della Villa marittima romana del I secolo a.C. affacciata sul mare. La galleria Santa Croce presenterà “Limbo”, prima mostra europea dell’artista argentina Milu Correch, mentre la chiesa omonima accoglierà una lettura dello scrittore e paesologo Franco Arminio. La spiaggia sottostante, invece, dal tramonto in poi sarà il regno della poesia, mentre la torre astronomica della Specola ospiterà live set di musica elettronica.
Martedì 11 Luglio 2017, 20:35 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2017 20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP