La penciler salernitana Lucilla Stellato tra le eroine di un noto blogger olandese

La disegnatrice della Bonelli ha successo in Europa
di Luca Visconti

«Da oggi faccio parte anch'io del progetto “The Heroine's Journey” di Peter Kuster, storyteller olandese che raccoglie le testimonianze di “eroine” da tutto il mondo, donne animate da una forte passione per il proprio lavoro. Ringrazio Peter di avermi contattata». Così, Lucilla Stellato, penciler della Bonelli conosciuta per i suoi lavori su Nathan Never, ma recentemente apparsa sulla scena nazionale con la sua storia dedicata ai libri di Maurizio De Giovanni sul “Commissario Ricciardi”, ha annunciato la sua presenza sul blog di questo scrittore europeo molto conosciuto sul web, che ogni volta accende una luce sulle eccellenze del mondo femminile. E, stavolta, la scelta è caduta sulla Stellato che, con “La condanna del sangue”, tratta dal secondo albo de “Il Commissario Ricciardi a fumetti”, si sta imponendo sulla scena nazionale come disegnatrice di grande talento. Si tratta di una collana che traspone in “nuvole” le avventure noir del protagonista dei romanzi scritti dall'autore partenopeo.

Per chi non conoscesse il personaggio, parliamo di un abile investigatore dotato di un dono (che lui chiama Il Fatto), ovvero la capacità di vedere i morti di morte violenta che perpetuano a volte con frasi sibilline l’ultimo istante  di vita, dando preziose, ma non scontate, indicazioni per risolvere il caso.

Nell'intervista con Kuster, la disegnatrice parla anche di Salerno e della Costiera Amalfitana, del suo amore per gli animali, delle sua paure e della sua timidezza. 
Mercoledì 28 Marzo 2018, 14:02 - Ultimo aggiornamento: 28-03-2018 14:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP