Il codice Massonico di Ischia, in un libro un documento inedito sul Principe di Sansevero

la locandina dell'evento
di Massimo Zivelli

Dalle ricerche condotte a Ischia negli archivi di epoca borbonica, la scoperta di un inedito codice della massoneria napoletana che riguarda le attività segrete del Principe di Sansevero e che adesso è diventato un libro. Si tratta di un  documento manoscritto inedito - probabilmente del Larnage – è stato rinvenuto presso la Biblioteca Antoniana di Ischia. Al suo interno sono indicati i primi passi della Massoneria speculativa nel Regno di Napoli. Autrice del ritrovamento e del volume dal titolo “Il codice massonico di Ischia”  è la dottoressa Lucia Annicelli, direttrice della Biblioteca Comunale che ha ricostruito  con grande incisività e maestria i concitati momenti vissuti dall’Istituzione alla metà del Secolo dei Lumi, quando il Principe di Sansevero, l’allora Gran Maestro dell’Ordine, su pressione di Carlo di Borbone e intervento del Pontefice Benedetto XIV, dovette consegnare i piedilista degli affiliati, provocando così il primo grande terremoto tra i tanti che nei secoli successivi avrebbero scosso l’Istituzione. Sabato 5 maggio presso la Biblioteca Antoniana, a partire dalle 18:30, la presentazione del volume edito dalla Stamperia del Valentino. Con l’autrice i professori Elvira Chiosi e Ruggiero Ferrara di Castiglione, a moderare l’incontro la giornalista Isabella Marino. Lucia Annicelli è dal giugno del 2010 direttrice responsabile della Biblioteca Comunale Antoniana, nel  2013 ha pubblicato una bio-bibliografia su Mons. Onofrio Buonocore, nel 2014 è autrice. insieme al professore Agostino Di Lustro, del volume “Terrae motus animi” pubblicato in occasione dei 130 anni dal sisma del 28 luglio del 1883.

 
Giovedì 3 Maggio 2018, 09:11 - Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 20:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP