«I Guardiani» di De Giovanni, dal nuovo libro subito una serie tv

Si girerà a Napoli dall'inizio del 2018 la serie 'I guardiani' tratta dall'ultimo romanzo di Maurizio De Giovanni (Rizzoli) che racconta la città sotterranea ed esoterica, primo capitolo di una trilogia già destinata alla serialità televisiva. Lo ha confermato il produttore Riccardo Tozzi (Cattleya) intervenendo alla presentazione del volume al museo Diocesano di Napoli, «Siamo in fase di scrittura, nell'autunno sceglieremo i registi e inizieremo i casting. Sarà una produzione media che avrà all'incirca gli stessi costi di Gomorra (un milione a puntata circa, attualmente è in lavorazione la terza serie che sarà subito seguita dalla quarta). Gireremo interamente a Napoli 12 puntate di 50 minuti. La storia inizierà come una commedia gialla, diventerà un mistery, come fu il Segno del comando (celebre sceneggiato Rai del 1971, ndr) ed arriverà a sfiorare il paranormale.

La serie sarà destinata anche al mercato internazionale quindi potrebbe esserci anche un attore straniero, ma i personaggi sono molto forti quindi non sarà importante la loro notorietà perchè forte sarà la identificazione, e gli stessi personaggi saranno poi seguiti dalla seconda e terza serie». Sono quindi ben quattro i progetti di fiction ispirati a romanzi di de Giovanni contemporaneamente in cantiere: già annunciata la seconda serie de I bastardi di Pizzofalcone, arriverà sul piccolo schermo anche la saga del commissario Ricciardi e 'Un telegramma di settembrè tratto da un racconto. «Faccio letteratura popolare - spiega l'autore - Napoli è di per se un un luogo che racconta storie. Ed è anche l'unica città che sorge tutta su un vulcano e che unisce la metropoli ad una bellezza naturale con una forte identità». La storia di 'I Guardiani' è quella di un antropologo appassionato di culti antichi, della sua brillante giovane nipote e del suo assistente che insieme ad una giornalista tedesca si imbatteranno in una lunga serie di reati e strani eventi scoprendosi parte di un disegno che potrebbe sconvolgere l'umanità. Ancora nessuna conferma sul canale che trasmetterà la serie. Cattleya produrrà anche il prossimo film di Alessandro Siani, lavorazione prevista nella primavera del 2018. «Lo vorrei scrivere con Maurizio de Giovannì ha detto l'attore e regista napoletano intervenendo alla presentazione de 'I Guardianì. A Napoli e a Pompei si gireranno anche molte scene di un' altra produzione seriale Cattleya per la televisione, Suspiria.
Venerdì 5 Maggio 2017, 21:59 - Ultimo aggiornamento: 05-05-2017 21:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP