«Aironi di carta», un'adolescente abusata cambia la sua vita nel libro di Fera e Testa

Intenso, a tratti struggente ma anche aperto alla speranza il nuovo libro di Giulia Fera e Francesco Testa, «Aironi di carta», pubblicato da Graus. Dopo l'esperienza del precedente «Il canto nel vento», i due autori tornano con una nuova storia scritta a quattro mani.

Protagonista è Rosaria, un'adolescente abusata che tenta di cambiare la sua sorte, di uscire fuori dalla forte sensazione di sconfitta. La sua giovane vita si modifica grazie a incontri preziosi, proprio quando ogni cosa sembrava risucchiata in una voragine senza fine: padre Celestino, Elvira, don Gaetano e Martina, l'educatrice che ha saputo anteporre il calore della relazione umana alla rigidità delle regole.

Tutti loro le trasmettono qualcosa, le insegnano che si può invertire la rotta, camminando, passo dopo passo, verso il nuovo, con la speranza nel cuore, anche quando tutto sembra remare contro. Le narrano la storia del genere umano, della capacità di forgiarsi nel dolore, per sviluppare capacità personali e produrre potenziale positivo dal quale riaccendere i colori della vita. Se Rosaria fosse rimasta nel
senso di colpa cui i suoi genitori l'avevano relegata, se avesse sentito ciò che le era capitato come un castigo, forse sarebbe caduta in uno stato profondo di disperazione. E invece, pian piano, le cose cambieranno.

Il libro sarà presentato il 22 Giugno 2017, alle ore 17, presso il Centro culturale Sant’Agostino in via Mazzini 16 a Caserta.

Giovedì 15 Giugno 2017, 19:17 - Ultimo aggiornamento: 15-06-2017 19:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP