«Minacciato», il sindaco di Marcianise sospende il suo diario su Facebook

di Franco Agrippa

MARCIANISE - Il sindaco Antonello Velardi sospende il suo diario quotidiano su facebook a causa di presunte minacce ricevute e presenta una denuncia alle forze dell'ordine, gli amici che lo seguono sul social lo incoraggiano ad andare avanti. Intanto, ieri sera si è tenuta una seduta di consiglio comunale in cui, contrariamente a quanto molti si aspettavano, nessuno dei consiglieri ha accennato allo sfogo del sindaco.

Da un anno e mezzo, a parte qualche piccola interruzione, il diario di Velardi è diventato uno strumento di informazione diretta per i cittadini e una finestra aperta sull'amministrazione comunale: uno spazio in cui ogni giorno il sindaco elenca l'attività dell'esecutivo e della macchina comunale, non risparmiando critiche agli oppositori e anche «rimproverando» i concittadini che non si comportano bene. Questa pagina, seguita da una media circa 10mila persone, da ieri, e per un po' di tempo, non sarà aggiornata. Lo ha annunciato lo stesso Velardi che ha scritto: «Mi fermo un po'. Lascio questo Diario nel cassetto, spero per poco. Il gioco, ma non è un gioco, è diventato troppo pesante. Ogni sera racconto qui ciò che accade a Marcianise, la città che ho l'onore di guidare. Ma evidentemente provoco fastidio a qualcuno, a più di qualcuno. Non che non lo sapessi, però pensavo di riuscire a fronteggiare i professionisti dell'intimidazione con la forza delle idee. Ci sono aspetti che avevo sottovalutato e che invece ora mi inquietano: chi è delegato dalla legge saprà andare oltre questa mia inquietudine e saprà, lo spero, farmi capire che cosa sta realmente accadendo attorno a me».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 30 Novembre 2017, 09:55 - Ultimo aggiornamento: 30-11-2017 10:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP