Schiacciato da un tir, muore
dopo un'ora di agonia

Schiacciato da un tir, muore
dopo un'ora di agonia
di Elio Zanni

VAIRANO PATENORA. È un quarantenne di nazionalità rumena l’uomo investito mortalmente da un tir sulla Casilina. L’incidente, dalla cause ancora incerte e del quale si sa solo che la vittima procedeva a piedi ai margini della carreggiata, è accaduto poco dopo 20 sul territorio della frazione Scalo di Vairano Patenora. Quasi immediati i soccorsi, attivati direttamente dagli automobilisti che loro malgrado hanno assistito alla scena raccapricciante. E sono state descritte come «più che evidenti» stando alle notizie raccolte sul posto, «le pessime condizioni in cui versava l’uomo investito».

Si ritiene che proprio per questo motivo, la situazione di emergenza estrema con grave rischio in caso di trasporto del ferito, la scelta del personale sanitario giunto con l’ambulanza del 118 sia stata quella di espletare tutti i tentativi di rianimazione direttamente lì: sul luogo della tragedia. Tanto, per non perdere nemmeno un minuto, neppure la sia pur minima possibilità di salvare il paziente. E invece niente, a nulla sono valsi gli sforzi per il povero pedone che non ce l’ha fatta. Dopo un'ora è deceduto. Della vittima, almeno come figura, come immagine che rimane impressa negli occhi, si ricordano tutti a Vairano Scalo, perché era solito, assieme a un amico, coetaneo e connazionale, stazionare nei pressi delle chiese di Vairano e la frazione Marzanello, per racimolare qualche euro dai fedeli e dai passanti. Sull’incidente mortale indagano ora i carabinieri della stazione di Vairano Patenora, agli ordini del comandante Massimo Palazzo, in tandem con la Compagnia di Capua.
Mercoledì 8 Novembre 2017, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 09-11-2017 08:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP