Tornado a Caserta, la conta dei danni: grave 18enne ferito nella tromba d'aria

ARTICOLI CORRELATI
di Giulio Sferragatta

In pochi ricordano tanta violenza e tanti danni da maltempo. La tromba d'aria che ha investito Caserta e dintorni è destinata a lasciare il segno nella memoria oltre che sul terreno. Una decina i feriti, un ragazzo di 18 anni è grave: è rimasto coinvolto in un incidente a Santa Maria Capua Vetere nei terribili minuti delle raffiche di vento. È in rianimazione e nella notte è stato trasferito dall'ospedale di Caserta al Cardarelli di Napoli. Un altro giovane è stato ferito in un incidente a Recale, ma senza gravi conseguenze. Otto immigrati sono rimasti lievemente feriti a Macerata Campania in seguito al crollo di un capannone dove sono ospitati.

Una serata da incubo nel Casertano. Alberi sradicati, pali e insegne trascinati a terra dalla furia del vento, auto ribaltate, persino pesanti camion capovolti. Pietre e calcinacci sulle scuole. La conta dei danni è incompleta, ma di certo oggi restano chiuse le scuole di Maddaloni e una scuola a San Nicola La Strada. Negli occhi di decine di passanti terrorizzati i carrelli della spesa con il loro carico lasciato negli spiazzi dei supermercati da clienti in fuga e alla ricerca di un sicuro riparo. Caserta, San Nicola La Strada, San Marco Evangelista, Recale: è intorno al vialone che porta alla Reggia che si vivono scene di panico, anzi da incubo. Chi si si rende conto che è una tromba d'aria come un tornado di quelli che si vedono per l'America si mette al riparo e tira fuori il telefonino: scatti uno dopo l'altro e video. C'è chi riesce a riprendere la tromba d'aria che nel buio si avvicina e, dall'alto, sembra avvolgere case, palazzi e cielo per trascinarli chissà dove.
 
 

Fortissime raffiche di vento, pioggia e grandine: un inferno. Sono da poco passate le 19. Gli alberi oscillano pericolosamente, gli arredi ubani trascinati via, segnali, stradali, pensiline, transenne e fioriere cedono alla furia del vento. Sul viale Carlo III, tra San Nicola La Strada e San Marco Evangelista, l'insegna del Burger King è sradicata dal vortice di aria e piomba pericolosamente nel piazzale distruggendo tre autovetture. All'interno dello stesso slargo si ribalta un autocarro pubblicitario, mentre - a pochi metri di distanza - viene scoperchiata la stazione di servizio dell'Agip.

Auto capovolte e ringhiere strappate al cemento, con balconate e terrazzi ridotti in macerie: le tracce del passaggio della tromba d'aria che, per pochi - ma interminabili - minuti, ha gettato nel panico famiglie e automobilisti, costretti a repentine manovre o alla sosta forzata nelle aree di servizio. Anche sull'Autostrada del Sole, in corrispondenza della barriera autostradale di Napoli Nord, nel territorio del comune di Marcianise, automobili e mezzi pesanti hanno dovuto fermarsi o procedere con cautela, con inevitabili rallentamenti registrati su entrambe le carreggiate.

Molte auto, parcheggiate all'aperto ai margini delle strade o all'interno dei condomini sono state ritrovate dai proprietari completamente capovolte: vetri sfondati, bagagliai irreparabili. Tra Portico e Macerata Campania, sono stati segnalati anche diversi tetti scoperchiati dal vento. Ma analoghi danni sono stati riscontrati anche nelle altre località interessate dall'insolito fenomeno metereologico.
 

A San Marco Evangelista, maggiori problematicità si sono avute in via Matteotti, via Delle Rose, via Tasso, via Petrarca e via Marino, con alberi caduti, veicoli in panne, solai e guaine dei terrazzi colmi di crepe. Le immagini della tromba d'aria, con gli effetti del suo potere distruttivo, hanno immediatamente espresso, accompagnate dai commenti di stupore degli internauti, il senso di un evento eccezionale. La sala operativa della regione Campania, nell'ambito della pianificazione delle attività di previsione, prevenzione e soccorso, ha allertato diverse squadre della protezione civile, che hanno operato in collaborazione con le forze dell'ordine e i vigili del fuoco.

Non confortano le previsioni meteorologiche diramate per la giornata di oggi, con nuvolosità variabile associata a locali precipitazioni, soprattutto sulle zone costiere, con possibilità di qualche isolato rovescio o temporale. La situazione dovrebbe migliorare già domani, con scarse probabilità di precipitazioni.

Strade allegate e ristagni d'acqua considerevoli, ieri, anche nei comuni non interessati dalla tromba d'aria. Massima allerta sui rilievi montani e collinari, dove è sempre forte il rischio di improvvisi smottamenti. Nel frattempo, in considerazione dell'eccezionalità dell'evento, i sindaci dei Comuni investiti dal tornado valutano l'opportunità della richiesta della stato di calamità.
Martedì 13 Marzo 2018, 10:34 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 16:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP