Il «caso Tortora» arriva a teatro con «Big Ben ha detto stop», in scena questa sera e domani al PAT di Caserta

di Gianrolando Scaringi

Il caso Tortora, che sconvolse l’Italia dello spettacolo dei primi anni ’80, ed una delicata rappresentazione della figura di Enzo Tortora sono in scena questa sera e domani, alle 21.00 al PAT – Palazzo delle Arti e del Teatro di Caserta con lo spettacolo Big Ben ha detto stop, realizzato dalla compagnia Assoqquadro per la regia di Massimo De Matteo, i testi di Nicola Maiello e con in scena Giovanni Allocca e Leda Conti. Lo spettacolo è parte deli eventi realizzati nell’ambito della rassegna Dentro il Giardino ed organizzati dalla Cooperativa TamTam e Fabbrica Wojtyla.

Genova, fine anni ‘80. È l’ultimo giorno di lavoro per un radiotecnico, esperto riparatore di apparecchi televisivi, amico di infanzia del presentatore Enzo Tortora, il creatore o comunque uno dei pionieri dei contenuti di quelle scatole magiche, diaboliche, belle da guardare, ma soprattutto contenitori di parole belle, da ascoltare. L'indagine umana su una delle vicende giudiziarie più controverse del dopoguerra italiano diventa il pretesto per parlare di una televisione, scomparsa insieme al suo pubblico.

La storia televisiva e giudiziaria di Enzo Tortora vista dagli occhi di un radiotecnico, con semplicità, passione, ironia, drammaticità. Un’occasione per rivivere e dare luce ad un triste episodio della storia contemporanea che lega l’Italia, gli ultimi anni di piombo e gli albori della televisione contemporanea.
Venerdì 22 Settembre 2017, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 22-09-2017 12:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP