Ex educatori «Villaggio ragazzi»
condannati: maltrattavano i minori

Ex educatori «Villaggio ragazzi»
condannati: maltrattavano i minori
di Biagio Salvati

Madaloni. Variano dai 2 anni e due mesi fino ai 3 anni e sei mesi, le condanne inflitte dai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere (presidente Orazio Rossi, a latere Francesca Auriemma e Mariella Graziano), a cinque ex educatori e insegnanti in servizio alcuni anni fa nella sede del convitto della Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, accusati di maltrattamento su minori. Sei le assoluzioni, di cui tre per prescrizione. Le condanne hanno riguardato Domenico Bellucci, Gianluca Panico, Maria Iesu, Vincenzo Crisci e Francesco Edattico colpiti anche da una provvisionale immediatamente esecutiva, una condanna al risarcimento dei danni in separata sede giudiziaria e a un’interdizione dai pubblici uffici e scuole.

Assolti Antonio Cerimoniale (che non rispondeva di maltrattamenti), Ferdinando Pietropaolo e Domenico Pizzuti insieme a Giovanni Di Virgilio, Antonio Moretta e Vincenzo Raucci. In una nota diffusa a margine della sentenza dal generale Giuseppe Alineri, Commissario Straordinario dell’Ente calatino, si precisa che i fatti sono accaduti nel 2009 quando a gestire l’ente era la  Congregazione dei Padri Legionari di Cristo: inoltre, e la docente Iesu,  non è stata mai una dipendente della Fondazione. La stessa, infatti, prestava servizio presso la scuola media “statale” dell’Istituto Comprensivo Maddaloni 1, che all’epoca dei fatti era ubicata nelle aule di proprietà della Fondazione.

Dal 2014 in poi, la Fondazione è stata commissariata dalla Regione Campania. Dal 16 ottobre del 2015, l’Ente campano ha individuato Alineri quale nuovo Commissario Straordinario.

 
Giovedì 18 Maggio 2017, 19:37 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2017 19:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP