Evasione da 3 milioni di euro
Scatta il maxi sequestro

  • 13
I finanzieri della compagnia di Capua, diretti dal capitano Eliana Minoia, hanno sequestrato  i conti e i beni per quasi tre milioni di euro della società Emmedieffe srl, con sede a Sparanise, attiva nel settore della lavorazione industriale dell'alluminio per la produzione di pentolame. Secondo la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha coordinato l'inchiesta, la società non avrebbe presentato le dichiarazioni ai fini dell'Iva e delle imposte sul reddito negli anni 2013, 2014 e 2016, omettendo di dichiarare oltre sette milioni di euro, con una conseguente evasione fiscale per circa 3 milioni.
Sotto indagine sono finiti il rappresentante legale della società e il coniuge, che secondo quanto accertato dagli
inquirenti, sarebbe il vero amministratore dell'azienda; era lui infatti - è emerso - a tenere i contatti diretti con i grossisti
della zona. Durante l'inchiesta l'azienda è stata posta in liquidazione dai soci, che l'hanno poi intestata ad una donna di origine rumena risultata irreperibile; una decisione presa subito dopo un'ispezione della Guardia di Finanza. Per la
Procura si sarebbe trattato di un tentativo fatto dai soci di sottrarsi alle proprie responsabilità penali e amministrative.
Le Fiamme Gialle hanno sequestrato, oltre ai conti e ad altre disponibilità finanziarie, anche due immobili, un'auto ed una moto intestati alla società.
Mercoledì 1 Agosto 2018, 17:28 - Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 08:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP